SALERNO PULITA PIACE ANCHE A CHI FUMA

Campagna di sensibilizzazione rivolta ai fumatori e mirata a preservare il decoro della città: i mozziconi di sigarette inquinano e deturpano l’ambiente e la città, generando rischi per la salute.

Campagna di sensibilizzazione rivolta in particolare a commercianti e ristoratori per posizionare un portacenere fuori dal proprio locale. Ricordiamo che la legge che impedisce il fumo negli spazi chiusi ha diminuito la fruizione del posacenere. Il problema è particolarmente sentito anche sulle spiagge.

Sollecito all’Amministrazione del Comune di Salerno a distribuire a tutte le tabaccherie del territorio dei portacenere tascabili da donare ai propri clienti: la prevenzione dell’inquinamento da mozziconi è parte integrante della strategia di sostenibilità. È un problema che necessita di soluzioni efficaci e dell’impegno da parte di tutti gli attori sociali coinvolti.

Spegnere i mozziconi e usare posacenere e cestini è un piccolo gesto che crea un grande risultato.

L'articolo 40 della Legge 221/2015 ha integrato il D.Lgs. 152/2006 "Norme in materia ambientale" stabilendo definitivamente che "È vietato l'abbandono di mozziconi dei prodotti da fumo sul suolo, nelle acque e negli scarichi." (art. 232-bis) e prevedendo le relative sanzioni (da 60 a 300 euro) a carico dei trasgressori (art. 255.1-bis).

A seguito di tale Legge i Comuni sono tenuti a provvedere ad installare nelle strade, nei parchi e nei luoghi di alta aggregazione sociale appositi raccoglitori per la raccolta dei mozziconi dei prodotti da fumo.

Al fine di sensibilizzare i consumatori sulle conseguenze nocive per l’ambiente derivanti dall’abbandono delle cicche (che siano di sigaretta o da masticare), i produttori, in collaborazione con il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, devono attuare campagne di informazione.

Il 50% dei proventi delle sanzioni per chi viola il divieto di gettare per terra mozziconi deve confluire in un apposito Fondo istituito presso il ministero dell’Ambiente. Il restante 50% è da destinare ai Comuni nel cui territorio sono state accertate le relative violazioni e serve per finanziare campagne di informazione da parte degli stessi Comuni, volte a sensibilizzare i consumatori sulle conseguenze nocive per l’ambiente derivanti dall’abbandono dei mozziconi di prodotti da fumo, nonché alla pulizia del sistema fognario urbano.

È una brutta abitudine quella di gettare a terra i mozziconi di sigaretta, buttarli fuori dai finestrini delle auto e abbandonarli sulle spiagge con leggerezza. Questi rifiuti hanno effetti devastanti sui mari e sul suolo e probabilmente inquinano più della plastica monouso. Il mozzicone, che somiglia a un innocuo cilindro di un materiale simile all’ovatta è costituito, di fatto, da acetato di cellulosa, una sostanza plastica che ha tempi di degrado nell’ambiente assai lunghi. Occorrono infatti dai 3 ai 15 anni perché un filtro riduca le proprie fibre a una materia, invisibile all’occhio umano, ma comunque presente nell’ambiente.

Si calcola che in un anno, a livello mondiale, i fumatori gettino nell’ambiente circa 4mila miliardi di mozziconi. Secondo l’OMS i rifiuti di prodotti a base di tabacco contengono oltre 7.000 sostanze chimiche tossiche, compresi noti agenti cancerogeni per l’uomo, che penetrano e si accumulano nell’ambiente.

Spegnere i mozziconi e usare posacenere e cestini è un piccolo gesto che crea un grande risultato.

Come suggerisce di comportarci ISEA ODV:

  • Campagna di sensibilizzazione rivolta ai fumatori e mirata a preservare il decoro della città: i mozziconi di sigarette inquinano e deturpano l’ambiente e la città, generando rischi per la salute.
  • Campagna di sensibilizzazione rivolta in particolare a commercianti e ristoratori per posizionare un portacenere fuori dal proprio locale. Ricordiamo che la legge che impedisce il fumo negli spazi chiusi ha diminuito la fruizione del posacenere. Il problema è particolarmente sentito anche sulle spiagge.
  • Sollecito all’Amministrazione Comunale a distribuire a tutte le tabaccherie del territorio dei portacenere tascabili da donare ai propri clienti: la prevenzione dell’inquinamento da mozziconi è parte integrante della strategia di sostenibilità. È un problema che necessita di soluzioni efficaci e dell’impegno da parte di tutti gli attori sociali coinvolti.


Stampa   Email