VALORIZZAZIONE DELLA NATURA E DELL'AMBIENTE

ISEA ODV ... VOLONTARI PER PASSIONE

Attività culturali

L’interesse generale, i Patti e le nostre vite durante la pandemia

Beni comuni e amministrazione condivisa

L’interesse generale, i Patti e le nostre vite durante la pandemia

È online il Rapporto 2020 di Labsus sull'Amministrazione condivisa e i Patti durante la pandemia

pandemia

Quando all’inizio del 2020 l’intero mondo è stato travolto dal Covid-19 c’era un forte timore che le esperienze di cittadinanza attiva potessero subire un arresto. D’altra parte, anche se l’espressione “distanziamento sociale”, che ha avuto larga diffusione, era sbagliata perché avrebbe dovuto essere detto “distanziamento fisico”, il fatto che il contrasto alla pandemia è fondato principalmente sull’isolamento, la separazione e la lontananza restituiva come centrali concetti e comportamenti che sono l’opposto di quelli su cui si fonda l’amministrazione condivisa.
Questo Rapporto (scaricabile gratuitamente al link in fondo all’articolo) prova che le preoccupazioni – sebbene legittime – sono state eccessive: a dimostrarlo sono le testimonianze, l’elencazione e la presentazione di alcuni patti stipulati nel 2020.

Sei regole per ripartire dopo un anno difficile

cervello
Immagine di Daniel Reche via Pixabay

La pandemia continua a colpire duramente, e secondo alcuni esperti ci stiamo avvicinando alla fase più delicata e preoccupante, anche per la progressiva diffusione di nuove varianti del virus che appaiono più contagiose.

Dopo un anno difficile ci aspettano ancora tempi duri.

Tre esperti di neuropsicologia e neuroscienze sulle pagine di The Conversation provano a stilare una lista di quello che potremmo fare per superare al meglio questo periodo.

di Barbara Jacquelyn Sahakian, Christelle Langley e Jianfeng Feng

Che cosa facciamo (costruiamo) con le nostre letture

Quando ci interroghiamo sulla condivisione della lettura in uno spazio pubblico – spazio pubblico di qualche tipo, ancora non lo abbiamo precisato né esattamente delimitato; spazio che creiamo quando raccontiamo e discutiamo con altri lettori di quel che leggiamo – ci balocchiamo un po’ con l’idea che ci sia una volontà esplicita dei lettori di tessere questo spazio. Tuttavia per osservare bene e capire è probabilmente più realistico un procedere diverso.

Nikias Skapinakis, Botequin, 1973

Il 5 dicembre dedicato alle difficoltà dei volontari durante la pandemia

La campagna per la 35^ Giornata internazionale” indetta dall’Onu ha come simbolo un cuore blu e punta a evidenziare il ruolo chiave, ma anche il tema dell’accesso alle cure, dei volontari impegnati in prima linea nelle risposte all’emergenza Covid 

È il simbolo scelto per la Giornata internazionale del volontariato 2020, la ricorrenza voluta dall’Onu per il 5 dicembre e giunta alla 35^ edizione. Insieme al simbolo, l’Unv - il programma delle Nazioni Unite istituito in seguito alla risoluzione del 1985 - ha diffuso come sempre anche il tema della Giornata, che quest’anno non poteva che essere legato alla pandemia: “Nei mesi scorsi, - scrive l’Unv, - mentre il Covid-19 imperversava nel mondo, i volontari sono stati in prima linea nelle risposte mediche, comunitarie e sociali”. Un ruolo chiave, evidenziato anche dall’Organizzazione mondiale della sanità, che tuttavia non è stato “abbastanza riconosciuto, specialmente a proposito del benessere e dell’accesso alle cure per gli stessi volontari”.

 

Apprendimento ed emozione nell’economia della conoscenza

Dimmi e io dimentico;
mostrami e io ricordo;
coinvolgimi e io imparo.

(Benjamin Franklin)

 
 Come dice Yuval Noah Harari nel suo libro “Homo Deus. Breve storia del futuro”, «la scienza sta convergendo verso un dogma onnicomprensivo, che sostiene che gli organismi sono algoritmi e la vita è un processo di elaborazioni dati. L’intelligenza si sta affrancando dalla consapevolezza e algoritmi non coscienti e inconsapevoli, ma dotati di grande intelligenza, potranno presto conoscerci meglio di quanto noi conosciamo noi stessi». Quello che dobbiamo allora chiederci, prima che l’homo sapiens perda il controllo, è «se gli organismi sono davvero soltanto algoritmi e la vita è davvero soltanto un’elaborazione di dati? Che cos’è più importante: l’intelligenza o la consapevolezza? Che cosa accadrà alla società, alla politica e alla vita quotidiana quando algoritmi non coscienti ma dotati di grande intelligenza ci conosceranno più a fondo di quanto noi conosciamo noi stessi?».

Registro terzo settore, prime istruzioni per l'uso

Dalle diverse sezioni, alle modalità di iscrizione e cancellazione, dal popolamento iniziale, all’aggiornamento delle informazioni e l’organizzazione degli uffici. Un primo approfondimento su uno degli strumenti di trasparenza più importanti dell’intera riforma  

di Daniele Erler*

Il Decreto ministeriale 106 del 15 settembre 2020, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, rappresenta un atto di importanza capitale nel percorso di attuazione della Riforma del Terzo settore, disciplinando l’istituzione ed operatività del Registro unico nazionale del Terzo settore (Runts).

Dal momento della sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale partirà il processo di implementazione della piattaforma telematica, che si concluderà con l’individuazione di una data specifica da parte del Ministero del Lavoro a partire dalla quale il Runts sarà operativo: tale periodo sembra potersi collocare tra i mesi di febbraio e marzo 2021.

I sogni? Un trucco del cervello per proteggere la corteccia visiva

sogni sognare cervello

La vita è un sogno? O, piuttosto, i sogni aiutano a mantenere intatta la corteccia visiva? La seconda che abbiamo detto, almeno stando a un paper apparso su BioRxiv – ma non ancora passato attraverso il processo di peer review – a firma di David M. Eagleman e Don A. Vaughn​, il primo del Dipartimento di Psichiatria e Scienze del comportamento della Stanford University School of Medicine, il secondo del Semel Institute for Neuroscience and Human Behavior della University of California Los Angeles.

Contributo a fondo perduto: come ne possono usufruire gli enti non profit

Stanziati finora più di 2,9 miliardi di euro per la misura di sostegno prevista dal decreto Rilancio. Potranno accedere anche gli enti non commerciali, ma a determinate condizioni, ma non quelli che possiedono solo il codice fiscale. Ecco gli esempi per facilitare il calcolo e le indicazioni sulla procedura 

di Daniele Erler (Area Consulenza CSVnet - Cantiere terzo settore)

Una delle più importanti misure disposte al fine di sostenere le attività economiche colpite dall’emergenza epidemiologica “Covid-19” è rappresentata dalla possibilità di richiedere un contributo a fondo perduto, ex art.25 del decreto legge 34 del 2020 (cosiddetto “Rilancio”), il cui testo non verrà modificato nel procedimento di conversione in legge.

L’Agenzia delle Entrate, con Circolare 15/E del 13 giugno 2020 e con il provvedimento del 10 giugno 2020 ha chiarito alcune questioni relative alla fruizione di tale contributo e alle modalità con cui richiederlo. Come sul sito istituzionale, infatti, dal 15 giugno sono più di 890 mila gli ordinativi di pagamento emessi per un importo complessivo 2,9 miliardi di euro, le somme sono accreditate direttamente sui conti correnti di imprese, commercianti e artigiani. Al 4 luglio sono 1.208.085 le istanze di contributo a fondo perduto provenienti da tutto il territorio nazionale.

Sempre sul sito dell’Agenzia è possibile consultare una sezione appositamente dedicata a tale misura di sostegno, così come scaricare e consultare la completa ed esaustiva guida operativa.

L’enigma del colore che nessuno sa risolvere

Mascherine di comunità di stoffa o monouso: finalmente le istruzioni Iss

SODALIS CSV SALERNO

SODALIS CSV SALERNO

CSV NET

CSV NET

Cantiere Terzo Settore

Cantiere Terzo Settore

5 PER MILLE ANNO 2020

5 PER MILLE ANNO 2020

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

SEGUICI SU TWITTER

SEGUICI SU YOUTUBE

SEGUICI SU YOUTUBE
16---contatti-odv.png
27---5-per-mille.png
05---isea-odv.png

ISEA Onlus - Come passi il tuo tempo

20---note-legali-odv.png
19---policy-privacy-odv.png
17---cookie-policy-odv.png
18---faq-odv.png