Sicurezza alimentare

Peccati di carne: i pro e i contro di bistecche & co.

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

 

Peccati di carne: i pro e i contro di bistecche & co.

Recenti studi epidemiologici hanno dimostrato che mangiare carne non è un'abitudine alimentare che va demonizzata di per sé, poiché non tutti i tipi di carne sono ugualmente dannosi per la salute. Bisogna invece distinguere tra la carne rossa e prodotti trattati come hot dog e simili, e prendere in considerazione, oltre alla dieta, anche lo stile di vita complessivo dei soggetti studiati di Ferris Jabr

Fonte: lescienze.it

Leggi tutto: Peccati di carne: i pro e i contro di bistecche & co.

Legumi secchi: come utilizzarli in cucina e non solo

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare
Scritto da Marta Albè
Fonte: greenme

legumi secchi

I legumi secchi sono una risorsa alimentare e creativa da non sottovalutare. Li possiamo trovare in vendita non soltanto nei supermercati, ma anche nei negozi di prodotti sfusi o di alimenti biologici.

Il loro costo è di solito inferiore rispetto ai legumi in scatola, soprattutto calcolando che la loro resa in cucina è doppia, in quanto dopo l'ammollo e la cottura i legumi secchi aumentano visibilmente il loro volume.

 

Leggi tutto: Legumi secchi: come utilizzarli in cucina e non solo

Politica Agricola Comune: 13 associazioni propongono una riforma 'verde'

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

di LIPU - 30 Ottobre 2012

agricoltura

Puntare su piccole aziende agricole e non su colture intensive per affrontare la crisi economica.
È questo l'appello rivolto alle istituzioni da 13 associazioni

Funghi: proprieta' benefiche e caratteristiche

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

Scritto da Marta Albè

funghi raccogliere

I funghi non rappresentano soltanto un ingrediente prelibato da aggiungere alle pietanze tipiche della nostra tradizione culinaria, ma anche un alimento ricco di nutrienti da non sottovalutare.

Nel caso si desideri raccoglierli personalmente, è bene sottoporli al controllo di una della Asl del proprio territorio, in modo da evitare l'assunzione di una varietà non commestibile. Appurato ciò, i funghi possono essere consumati senza problemi, salvo casi individuali di allergia.

Leggi tutto: Funghi: proprieta' benefiche e caratteristiche

Biologico: lo pratica il 2,7% delle aziende agricole. Soprattutto al Sud

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare
Scritto da Roberta De Carolis

 

biologico

 

 

Il 2,7 per cento delle aziende del nostro Paese pratica l'agricoltura biologica, e la maggior parte di loro, il 63 per cento, si trova nel Mezzogiorno.

Nelle regioni meridionali anche la percentuale più alta di superfici coltivate in questo modo, il 71 per cento. Questi alcuni dei dati più rilevanti del 6° Censimento agricoltura compiuto dall'Istat, diffusi attraverso un comunicato stampa e una sintesi dei risultati.

In particolare è nelle Isole che si registra il valore più elevato di superficie biologica media per azienda (24,9 ettari), e quote più elevate di capi allevati con metodo biologico sul totale, per quasi tutte le specie. Nel settore zootecnico il metodo di produzione biologico risulta essere relativamente più diffuso nell'allevamento dei caprini e degli ovini.

 

Leggi tutto: Biologico: lo pratica il 2,7% delle aziende agricole. Soprattutto al Sud

L’insostenibile pesantezza della carne

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

di Maurizio Pallante e Andrea Bertaglio - 08/10/2012

Fonte: Movimento per la Decrescita Felice [scheda fonte]

Il consumo di proteine animali, nel mondo, cresce costantemente. Tanto che, secondo alcuni, questo fenomeno sta aiutando la specie umana ad andare più rapidamente verso la sua autodistruzione. A questo fenomeno, in effetti, sono legati i più gravi problemi ambientali, economici e politici del pianeta: le emissioni di gas climalteranti e l’effetto serra, le guerre per il controllo delle fonti energetiche fossili, la progressiva penuria di un bene indispensabile per la vita come l’acqua, molte forme di inquinamento chimico, la diminuzione di fertilità dei suoli, la perdita della biodiversità, le sempre maggiori sperequazioni tra il 20 per cento dell’umanità che si suicida per eccessivo consumo di cibi sempre meno sani e il 20% privo del necessario per sopravvivere.

 

 

Leggi tutto: L’insostenibile pesantezza della carne

In Italia arriva il mais OGM e al Nord semineranno il MON810 nel 2013

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

Pubblicato il 05 ott 2012 da Marina

Fonte: ecoblog

Mentre l’EFSA boccia lo studio del prof. Séralini sulla tossicità degli OGM, in Italia dopo la sentenza della Corte di giustizia europea dello scorso 7 settembre che ha in sostanza avallato il principio di vietato vietare, sono giunti 52mila sacchi di semi OGM di mais MON810 in magazzini di Lombardia, Veneto, Emilia e Friuli.

Ne dà notizia Movimento Libertario pro OGM il cui leader Giorgio Fidenato nel 2010 per protesta seminò a Pordenone un campo con mais OGM venendo condannato poi a una multa di 25mila euro.

 

Leggi tutto: In Italia arriva il mais OGM e al Nord semineranno il MON810 nel 2013

GIORNATA MONDIALE DELL' ALIMENTAZIONE - FAI LA COSA GIUSTA

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

Fai la cosa giusta

Siam quel che mangiam!

Il 16 ottobre è la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, cosa c'è nel web per combattere la fame nel mondo industrializzato:

 

Fonte: lalumaca

10 alternative salutari (e vegetali) per i piu' comuni ingredienti alimentari

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

piatto cuore

 

Quando si cerca di eliminare dalla propria dieta alcuni degli alimenti più raffinati, come lo zucchero bianco o il comune sale da cucina, oppure quando si decide di passare ad un'alimentazione vegetariana o vegana, non sempre risulta semplice orientarsi riguardo a quali siano i possibili sostituti dei prodotti a cui fino a poco tempo prima eravamo abituati.

Ecco dunque alcuni suggerimenti per orientarsi nella sostituzione di alcuni alimenti o ingredienti culinari, al fine di ottenere una dieta varia e sana e menù quotidiani sempre ricchi e completi.

Scritto da Marta Albè

Fonte: greenme

 

Leggi tutto: 10 alternative salutari (e vegetali) per i piu' comuni ingredienti alimentari

“Il mais Ogm è veleno”. Studio choc in Francia

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

 

di Andrea Bertaglio - 21/09/2012

Fonte: Movimento per la Decrescita Felice [scheda fonte]


 

Da anni infuriano le polemiche sugli Ogm. Sono nocivi alla salute? Devono essere proibiti? Ma finora nessun studio davvero serio sulla materia era stato realizzato. Soprattutto un’inchiesta scientifica accurata su un periodo relativamente lungo (solo inchieste fino a un massimo di 90 giorni). Adesso, invece, dalla Francia sembrano arrivare le risposte tanto attese. E il verdetto è di quelli senza appello. Per il professor Gilles-Eric Séralini, che ha studiato gli effetti di un mais transgenico, “il suo assorbimento sul lungo periodo agisce come un potente veleno”.

Leggi tutto: “Il mais Ogm è veleno”. Studio choc in Francia

Mettersi a dieta non allunga la vita

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

Detail-diet

Mentre in Italia riprende corpo la polemica sulle bibite zuccherate, dopo che il ministro Balduzzi ha proposto di tassarle insieme a quelle addizionate di edulcoranti, su Nature è stato pubblicato uno studio che prova a mettere un punto fermo sull’annosa questione per cui la longevità sarebbe strettamente correlata alla restrizione calorica. Con risultati piuttosto in controtendenza: infatti, secondo i ricercatori del National Institute on Aging (Nia), uno degli istituti degli Nih statunitensi, ridurre le calorie non allunga la vita, almeno nelle scimmie.

 

Leggi tutto: Mettersi a dieta non allunga la vita

La Bolivia caccia Coca-Cola: dal 21 dicembre la bibita sarà vietata

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

Il Presidente della Bolivia, Evo Morales, ha annunciato che dal 21 Dicembre 2012, in corrispondenza della "fine" segnata dal calendario Maya, la vendita della bibita statunitense sarà vietata nel paese. Oltre alla forte valenza simbolica, dietro l'operazione c'è una questione di sopravvivenza e di economia: la protezione delle piantagioni di coca e la commercializzazione di prodotti locali simili alla Coca-Cola.

di Andrea Degl'Innocenti - 28 Agosto 2012

Fonte: ilcambiamento

Coca-Cola bandita
La vendita della Coca-Cola sarà vietata a partire dal 21 Dicembre 2012, ultimo giorno del calendario Maya

5 "falsi cibi" da evitare

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare
Scritto da Marta Albè
Fonte: greenme

finti cibi

Non è necessario giungere a prendere in considerazione la carne creata in laboratorio per rendersi conto di come l'industria degli alimenti monopolizzi da decenni un settore che in un mondo ideale dovrebbe salvaguardare la salute della popolazione mondiale, producendo esclusivamente alimenti benefici.

I "falsi cibi" purtroppo esistono già e molti di noi probabilmente li consumano tuttora, inconsapevoli della loro composizione e dei metodi di produzione impiegati per la loro realizzazione. Vi siete mai chiesti che cosa sia davvero il surimi? O quali ingredienti contengano alimenti come le sottilette? Ecco cinque "falsi cibi" da evitare o almeno limitare.

Leggi tutto: 5 "falsi cibi" da evitare

California: Monsanto ed i giganti del biotech contro il referendum sulle etichette per gli Ogm

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

Le multinazionali temono le conseguenze di un'informazione più trasparente

Come utilizzare e conservare al meglio la frutta e la verdura matura

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

frutta matura

 

Gettare il cibo nella spazzatura in tempi di crisi rappresenta un vero e proprio spreco. Ma come comportarsi se per una ragione o per l'altra ci si ritrova ad avere a disposizione un quantitativo inaspettato di frutta o di verdura che sta per superare il punto ideale di maturazione?

Può darsi che possediate un orto molto produttivo, che dei vostri vicini o amici vi abbiano donato della frutta di loro produzione o che abbiate approfittato degli sconti sulla frutta e sulla verdura già molto matura al mercato o al supermercato. Oltre alla possibilità piuttosto ovvia di congelare ciò che si può (sempre a patto di avere spazio sufficiente a disposizione nel freezer), ecco alcune alternative possibili.

 

Leggi tutto: Come utilizzare e conservare al meglio la frutta e la verdura matura

Siccità 2012: quali cibi comprare e quali cibi conservare per l'autunno

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

Come scrivevo ieri la Siccità 2012 è globale e sta interessando sopratutto gli Stati Uniti, parte dell’Asia il Nord Africa lo Yemen e l’ Europa. Francia, Spagna, Regno Unito, Portogallo e noi stiamo registrando serie perdite agricole. In Italia Mario Catania, ministro all’Agricoltura ha avviato le procedure per richiedere lo stato di Calamità naturale e CIA fa il conto delle colture perse, pari a circa mezzo miliardo di euro in cui include anche noci, castagne, funghi e tartufi a causa del secco agosto: La siccità prolungata ha già bruciato oltre mezzo miliardo di produzione agricola con la perdita del 45 per cento dei raccolti di soia e del 30 per cento di quelli di mais, senza contare la situazione critica per il pomodoro in Capitanata e per la barbabietola da zucchero in Veneto ed Emilia (entrambi -50 per cento) e la vendemmia 2012 a rischio con cali stimati fino al 15 per cento in Puglia, Toscana e Veneto.

Leggi tutto: Siccità 2012: quali cibi comprare e quali cibi conservare per l'autunno

Antibiotici naturali

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

 

Se il caldo ti uccide combattilo mangiando

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare
caldo_e_cibo

Caldo, caldo, caldo. Per la gioia dei pochi estimatori dell’afa e i tanti che d’improvviso soffrono di spossatezza e dipendenza da condizionatore, l’estate da qualche giorno sta dando il “meglio” di sé come ci ricordano i gradi Celsius sulle colonnine. E dalle ultime previsioni sembra il picco debba ancora arrivare, e a breve.

Premesso che a questo punto rimpiangere le – un tempo disprezzate – fredde giornate invernali non serve a nulla, qualche consiglio su come combattere i “sintomi da riscaldamento” ce lo fornisce il saggio ministero della Salute con il decalogo E…state Ok con la nutrizione.

1. Non saltare i pasti e privilegiare la colazione. La notte si dorme e non si mangia, almeno di norma, per cui al risveglio il fisico è in cerca di energie per affrontare la giornata. Tra l’altro, più si mangia a colazione, meno a pranzo non ci si vedrà più dalla fame.

2. Mangiare tanta frutta e verdura. Ce lo hanno insegnato fin da piccoli, e forse proprio per questo abbiamo una sorta di rifiuto verso di loro. Se il pensiero di mangiarli tutti i giorni proprio non ti va giù, è possibile alternarli a yogurt e frutta secca.

3. Variare gli alimenti e i colori. Preparare piatti fantasiosi e colorati non serve – non solo – a dar godimento alla vista, quanto ad apportare all’organismo diversi tipi di sostanze ad azione antiossidante.

4. Preferire piatti meno grassi. Ingozzarsi di cibi pesanti non aiuta a recuperare le forze. Anzi, se vogliamo evitare che l’ora della siesta diventi un tutt’uno con il resto della giornata, meglio moderare l’apporto calorico e condire i cibi con olio d’oliva a crudo.

5. Meglio i cibi freschi, digeribili e ricchi in acqua. Non ci dissetiamo solo bevendo. Acqua e sali minerali sono contenuti in abbondanza anche in quello che mangiamo, frutta in primis.

6. Un gelato o un frullato possono sostituire uno dei pasti giornalieri. E garantire qualche istante di refrigerio all’organismo.

7. Evitare pranzi e cene con tutte le portate. Soprattutto in vacanza, quando ci si presentano davanti buffet dall’antipasto al dolce, meglio non cadere in tentazione, o quantomeno non sempre. In uno dei due pasti è preferibile limitarsi a un piatto unico bilanciato.

8. Consumare poco sale e preferire sale iodato. La tiroide condiziona molte funzioni dell’organismo e va nutrito con iodio di cui la nostra dieta è spesso carente. Per gli ipertesi sale iposodico o asodico.

9. Rispettare le modalità di conservazione degli alimenti. Borsa termica alla mano per portare con sé cibi da conservare in fresco. Evitare la lunga conservazione in frigo per non disperdere le qualità nutrizionali dei cibi e incorrere nello spiacevole stanziamento di comunità di microrganismi.

10. Bere almeno 1 litro e mezzo d’acqua al giorno. Può sembrare un’impresa ma idratarsi è fondamentale, specie quando il caldo porta a sconvenienti ma naturali eventi di iper-sudorazione. Bere soprattutto acqua, va detto. Le bevande con zuccheri aggiunti vanno moderate, mentre quelle più o meno alcoliche sono da evitare.

Fonte: blogsicilia

Il mais

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare
l mais contiene vitamine del gruppo A e B, fosforo,sodio, ferro e calcio, quindi va bene quando si vuole una mente e memoria più fresca e reattiva come anche quando si vogliono rimineralizzare le ossa, è un ottimo energetico, quindi adatto a chi si deve ristabilire dopo una fatica o una degenza.

E' ottimo per i celiaci in quanto è privo di glutine, aiuta la motilità intestinale, quindi combatte la stitichezza, abbassa il colesterolo cattivo che va ad ostruire le arterie, aiuta i diabetici a tenere sotto controllo la glicemia, stimola la diuresi e quindi ci consente di espellere le tossine, quindi anche chi soffre di calcoli renali e cistiti ne trova sollievo e ci rende la pelle più morbida ed elastica grazie alla vitamina A.
Vista la sua alta digeribilità e le sue proprietà possiamo consumarne in abbondanza, dato che non ha controindicazioni.

ATTENZIONE:Il mais, o granoturco, contiene 0.4 mg/kg di nichel. Quindi, per chi è allergico o intollerante, sono da evitare tutti i prodotti che da esso derivano.

Consumi alimentari, è tempo di scegliere nuovi stili

Categoria principale: Temi Categoria: Sicurezza alimentare

La recessione economica sta mettendo in crisi le attuali abitudini di consumo. Si profila quindi una scelta fra due opzioni: discount e cibo low cost oppure prodotti locali, stagionali, acquistati direttamente dai produttori. Questi ultimi spesso hanno prezzi più alti del cibo spazzatura, ma ci fanno risparmiare in termini di spese sanitarie.

di Francesco Bevilacqua - 10 Luglio 2012

frutta

Gli ultimi dati forniti dall’Istat in merito ai consumi alimentari mettono in luce grandi mutamenti nelle abitudini degli italiani

Gli ultimi dati forniti dall’Istat in merito ai consumi alimentari mettono in luce grandi mutamenti nelle abitudini degli italiani. Secondo un rapporto elaborato da Coldiretti, la loro flessione media è pari all’1,5% circa. L’organizzazione degli imprenditori agricoli ha fornito un quadro molto dettagliato, analizzando voce per voce la spesa degli italiani e interpretando i risultati ottenuti.

 

Leggi tutto: Consumi alimentari, è tempo di scegliere nuovi stili

Il mondo ha bisogno di alberi: niente alberi, niente futuro

"Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy"