PRECARIETA' DEI SENTIMENTI

Categoria principale: Temi Categoria: Poesia e prosa

I tempi moderni inducono instabilità nei rapporti doi coppia lo stesso tipo di instabilità economica e/o lavorativa che ci si trascina:
La frenesia dei tempi moderni non permette di soffermarsi troppo sulle conoscenze e la ricerca adeguata dell’anima gemella.
Siamo presi dal continuo affannarsi per il lavoro, per il completamento degli studi, per il perfezionamento professionale tanto da non poter dedicare tempo ad un’eventuale nuova conoscenza.

Così i tempi si allungano ed i giovani adulti rincorrono l’amore nei loro sogni, vorrebbero incontrare l’anima gemella, ma nella continua frenesia incorrono in storie che non hanno i presupposti e le basi adeguate.
Complice la crisi economica ed i modelli disfattisti che la politica ci propone, viviamo nella precarietà dei contratti a tempo determinato, nella precarietà del lavoro che potremmo perdere e nella precarietà del rapporto con l’altro sesso che diviene una domanda costante piuttosto che una risposta definitiva.
Non si trova facilmente lavoro e, pertanto, come potersi costruire una famiglia? Quali basi possono erigersi se le fondamenta non sono solide?
Si rincorrono dei sogni che rivelano esigenze molto profonde e nella mancanza dell’archetipo ideale ci si concede fugaci incontri dove la carente comunicazione diviene la roccia più ardua da arginare, per cui le paure prendono posto e si addensano.
Nell’incertezza di questa fluttuante ricerca si fa spazio la carente voglia di mediare e giungere ad un punto d’incontro che impone la fuga onde seguire la propria individualità.
Il timore di scelte sbagliate obbliga ad una staticità decisionale che non porta a scelte definitive se non all’immobilismo e ad un’ulteriore forma di insicurezza.
Vogliamo tutto e soprattutto ciò che sta bene a noi, senza dare troppo spazio al partner che ha i nostri stessi desideri e pertanto, incontro non ci può essere se ci si concentra soprattutto sulle proprie esigenze e le proprie difficoltà.
Nell’epoca moderna la facilità di nuovi incontri viene aperta dai social network, dalle storie virtuali e via etere che sono vere e proprie relazioni che permettono d’immaginare un compagno ideale che non si è mai visto, almeno così si può avere ciò che si vuole, ma la vita è reale e non virtuale per cui deve essere incentrata su incontri e scambi reali e deve anche confrontarsi con la quotidianità non sempre facile che impone continue revisioni e ripensamenti.
Da ciò, pertanto, le difficoltà di incontrare l’anima gemella o la difficoltà di portare avanti una relazione a due che pone risalto su reciproche aspettative ed ambivalenti desideri che stentano ad incontrarsi.
Stefania Cataldo

Visite: 671

Il mondo ha bisogno di alberi: niente alberi, niente futuro

"Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy"