Attività culturali

Per il ritorno al territorio: bene comune

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

di Alberto Magnaghi, Luisa Bonesio e altri - 30/01/2013  -  Fonte: La società dei territorialisti

 

La società dei territorialisti e delle territorialiste ai candidati delle  elezioni del 24 febbraio 2013: un appello

  

La Società dei territorialisti e delle territorialiste, tra i cui promotori figurano studiosi di varie discipline, dalla storia all’archeologia e  all’economia, dall’urbanistica alla sociologia, dalle scienze agrarie alla geografia, dalla geologia al diritto e alla filosofia (www.societadeiterritorialisti.it), denuncia come la cultura politica dominante nella  attuale competizione elettorale consideri ancora il territorio come mero supporto fisico delle attività produttive e dell’urbanizzazione, anziché assumerne i significati di risorsa, di identità e di opportunità, vale a dire di patrimonio, come base su cui fondare nuove politiche anticrisi. Il ritorno al territorio, quale ricostruzione delle basi materiali di nuove forme di produzione della ricchezza è stato alla base del New Deal keynesiano dopo la crisi del  ’29, di cui il progetto rooseveltiano della ricostruzione delle condizioni ambientali, produttive, agricole, energetiche, sociali della  Tennessee Valley (TVA), è stato l’esempio paradigmatico. A partire dalla  crisi del 2008, crescita, crescita, crescita, senza aggettivi, continua invece ad essere il ritornello del dibattito politico e elettorale, mentre i Governi nazionali sostengono banche e multinazionali, le stesse responsabili della crisi finanziaria globale. Dalla crisi non si può uscire adottando gli stessi paradigmi che l’hanno generata

 

Leggi tutto: Per il ritorno al territorio: bene comune

SRM: Quaderni di Economia Sociale n. 2

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

Quaderni di Economia Sociale 2-2012
SRM: Quaderni di Economia Sociale n. 2

 

Scarica il nuovo dossier semestrale dedicato al mondo della solidarietà, del non profit e della partecipazione civica.
"Quaderni di Economia Sociale" è realizzato da SRM e Fondazione con il Sud in collaborazione con Banca Prossima, per comprendere e approfondire - anche nella sua valenza economica - l’azione, le difficoltà e le prospettive di chi opera per lo sviluppo sociale, partecipato e culturale di un territorio, quale premessa e stimolo alla crescita socio-economica.

 

 

Continua nel secondo numero la riflessione sul ruolo del nonprofit e l’analisi delle tematiche relative al volontariato. Un primo focus riguarda le fondazioni di comunità dalla loro costituzione alla capacità di dotarsi di modelli operativi, di una contabilità specifica e di sistemi che permettano una totale trasparenza come l'ausilio della rete web.

La pubblicazione approfondisce anche altri aspetti sociali, come le caratteristiche del fenomeno migratorio ed i risvolti in Italia ed in Campania e nella sezione Spazio ai giovani continua la presentazione del Percorso Officine Formative (OFF), una scuola di impresa, focalizzando questa volta l’attenzione sul percorso Make it mediante il quale gli aspiranti imprenditori imparano a costruire un business model, gestire strategie di marketing, definire le risorse finanziarie, proteggere la proprietà intellettuale, generare un business plan e imparare come presentarlo agli investitori.

Si dà voce poi ad alcuni operatori pubblici e privati operanti in alcune organizzazioni del settore, come la Fondazione ANT, l’AI.BI. Alessi, il progetto Finis Terrae ed il progetto “Liberamente insieme”. Sfoglia il nuovo numero.




 

Leggi tutto: SRM: Quaderni di Economia Sociale n. 2

Cambiamo la finanza per cambiare l'Italia: 5 domande di Banca Etica a leader politici

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali
banca etica cambiamoFinanza

 

 

 

 

 

 

 

"Cambiamo la finanza per cambiare l'Italia": è la nuova campagna che Banca Etica ha lanciato martedì 15 gennaio 2013, con cui propone ai leader politici in corsa per le prossime elezioni 5 domande su temi fondamentali della finanza e sulle quali vuole risposte.

Convinta che le priorità che stanno a cuore alle persone e alle organizzazioni della società civile socie siano altre da quelle messe sul piatto in queste prime settimane di campagna elettorale, come ad esempio il varo di misure che scoraggino la finanza speculativa a vantaggio di una finanza trasparente e al servizio della collettività e dell'occupazione, Banca Etica ha attivato la piattaforma www.change.org, dove soci, clienti, simpatizzanti e tutte i cittadini consapevoli e responsabili potranno firmare per porre all'attenzione delle forze politiche e ai principali leader, 5 domande cruciali.

 

 

Leggi tutto: Cambiamo la finanza per cambiare l'Italia: 5 domande di Banca Etica a leader politici

Il consumismo? La colpa è della politica in crisi

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

di Francesco Bevilacqua - 05/01/2013


Fonte: ilcambiamento


Uno degli spunti più rilevanti offerti dal grande sociologo Zygmunt Bauman riguarda il processo attraverso cui il cittadino moderno sostituisce l’impegno politico con il consumo frenetico. Un’interessante chiave di lettura per analizzare due problemi capitali della nostra società.

 

Leggi tutto: Il consumismo? La colpa è della politica in crisi

Etain Addey: "Riabitare la realtà, verso un recupero della cultura"

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

All’inizio di dicembre 2012 è stato pubblicato dalla casa editrice FioriGialli il libro “Riabitare la Realtà - Verso un recupero della cultura” della filosofa australiana Freya Mathews, tradotto dal gruppo di traduttori volontari di Sentiero Bioregionale. "Questo libro rappresenta un passo assolutamente rivoluzionario nella storia dell’ecologia profonda".

di Etain Addey - 3 Gennaio 2013

Fonte: www.ilcambiamento.it

riabitare realta copertina

E' stato pubblicato dalla casa editrice FioriGialli il libro “Riabitare la Realtà - Verso un recupero della cultura” della filosofa australiana Freya Mathews

13 SPUNTI PER LA VITA di GABRIEL GARCÍA MÁRQUEZ

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

13 SPUNTI PER LA VITA

di GABRIEL GARCÍA MÁRQUEZ



1 -Ti amo non per chi sei ma per chi sono io quando sono con te.

2 -Nessuna persona merita le tue lacrime, e chi le merita sicuramente non ti farà piangere.


3 -Il fatto che una persona non ti ami come tu vorresti non vuol dire che non ti ami con tutta se stessa.

4 -Un vero amico è chi ti prende per la mano e ti tocca il cuore.

5 -Il peggior modo di sentire la mancanza di qualcuno è esserci seduto accanto e sapere che non l'avrai mai.


6 -Non smettere mai di sorridere, nemmeno quando sei triste, perché non sai chi potrebbe innamorarsi del tuo sorriso.

7 -Forse per il mondo sei solo una persona, ma per qualche persona sei tutto il mondo.

8 -Non passare il tempo con qualcuno che non sia disposto a passarlo con te.

9 -Forse Dio vuole che tu conosca molte persone sbagliate prima di conoscere la persona giusta, in modo che, quando finalmente la conoscerai, tu sappia essere grato.


10-Non piangere perché qualcosa finisce, sorridi perché è accaduta.

11-Ci sarà sempre chi ti critica, l'unica cosa da fare è continuare ad avere fiducia, stando attento a chi darai fiducia due volte.

12-Cambia in una persona migliore e assicurati di sapere bene chi sei prima di conoscere qualcun'altro e aspettarti che questa persona sappia chi sei.

13-Non sforzarti tanto, le cose migliori accadono quando meno te le aspetti.

Leggi tutto: 13 SPUNTI PER LA VITA di GABRIEL GARCÍA MÁRQUEZ

Al punto di arrivo comune. Per una critica della filosofia del mattatoio

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

“Al punto di arrivo comune – Per una critica della filosofia del mattatoio”. Questo il titolo del libro in cui lo scrittore Francesco Pullia, attivista per i diritti animali, traccia delle riflessioni sul rapporto tra umano e non-umano, mettendo in luce le insensate nefandezze eseguite dagli umani sugli altri animali per futili motivi economici, pratiche consolidate dalla cultura del dominio nel tempo.

di Andrea Romeo - 31 Dicembre 2012

al punto arrivo comune

Il dominio dell'uomo sull'animale "delinea confini che esistono soltanto in quanto costruiti dalla specie che si è eretta al di sopra di tutte le altre"

L’INTERNET ECONOMY: UN’OPPORTUNITA’ PER LA CRESCITA E PER UNA MIGLIORE QUALITA’ DELLA VITA

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

Il governo punta sulla digitalizzazione per far crescere l’economia italiana, avvicinandola agli “standard digitali” dei principali Paesi europei. Le opportunità offerte dall’Internet economy sono in effetti notevoli in termini sia di guadagni di produttività che di miglioramenti nella vita quotidiana delle persone.
Per coglierle occorre però, da un lato, inserire le singole misure a favore della digitalizzazione in un organico disegno di politica industriale, e, dall’altro lato, migliorare la qualità del capitale umano e accrescere la base culturale del Paese.

di Attilio Pasetto

24.12.2012 Fonte: nelmerito

 

Leggi tutto: L’INTERNET ECONOMY: UN’OPPORTUNITA’ PER LA CRESCITA E PER UNA MIGLIORE QUALITA’ DELLA VITA

ISTRUZIONE E PRODUTTIVITÀ: LA QUESTIONE MORALE È FONDAMENTALE

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

Aumentare la produttività è possibile solo con azioni sistemiche profonde sulle sue cause. Nel caso dell’istruzione la performance deludente del nostro sistema potrebbe essere dovuta  anche alla percezione dell’inutilità di studiare ai fini del successo economico per effetto di quello che gli americani chiamano cronyism. La questione morale è centrale.
Nei giorni scorsi le parti sociali hanno firmato un’intesa per la crescita della produttività nelle imprese, chiedendo garanzie al governo su azioni di incentivo fiscale a sostegno del cosiddetto salario di produttività. Tuttavia,  la logica di questi incentivi è a dir poco confusa come ha correttamente rimarcato Ciccarone su nelmerito.it. Non è chiaro perché bisognerebbe detassare un salario marginale per incentivare l’incremento di produttività: questo dovrebbe comunque essere un obiettivo primario delle imprese, e ad ogni modo la detassazione del salario al margine, avverrebbe a spese di altri obiettivi (il gettito ovviamente ed usi alternativi sempre ai fini della produttività,  ma anche probabilmente l’ulteriore occupazione per effetto della sostituzione degli straordinari).

di Giuseppe Coco, Raffaele Lagravinese

24.12.2012 Fonte: nelmerito

Leggi tutto: ISTRUZIONE E PRODUTTIVITÀ: LA QUESTIONE MORALE È FONDAMENTALE

Online il nuovo Dossier UE, le interviste e i bandi

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

Online il nuovo Dossier UE, le interviste e i bandi

 

Scarica l'ultimo numero del Dossier Unione Europea dedicato ai segnali di ripresa che si intravedono per l'economia europea, italiana e del Mezzogiorno. L'edizione 2-2012 della rivista si sofferma infatti sui comparti che rivestono un ruolo strategico per lo sviluppo: è il caso del turismo, del settore high-tech dell'aeronautica, del trasporto marittimo.

A quest'ultimo in particolare è stata dedicata la sezione "Infrastrutture" del Dossier, che con interviste e analisi ha approfondito le caratteristiche di un settore di importanza strategica per il nostro Paese e per l’intera Europa.

Sono stati poi proposti focus sulla Slovacchia; sui nuovi strumenti di internazionalizzazione del Ministero degli Esteri; riflessioni sulla programmazione dei fondi strutturali 2014-2020.
Infine, non manca la consueta sezione online dedicata ai bandi di gara europei.

Fonte: http://www.sr-m.it/

 

 

 

 

Leggi tutto: Online il nuovo Dossier UE, le interviste e i bandi

Gli Enti Locali nella programmazione dei Fondi Europei 2014 – 2020: strumenti, impegni, opportunità

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

 

 

Leggi tutto: Gli Enti Locali nella programmazione dei Fondi Europei 2014 – 2020: strumenti, impegni, opportunità

"Cambiare si può", basta restare uniti. Intervista a Domenico Finiguerra

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

È davvero possibile cambiare modello di sviluppo, modificare la realtà sociale ed economica del nostro paese? Secondo i promotori dell'appello "Cambiare si può" sì, a patto che le realtà che da tempo praticano il cambiamento sul territorio facciano fronte comune. Abbiamo intervistato Domenico Finiguerra, sindaco virtuoso e fra i promotori dell'appello.

di Andrea Degl'Innocenti - 14 Dicembre 2012

Domenico Finiguerra

Domenico Finiguerra, sindaco virtuoso di Cassinetta di Lugagnano, è uno dei promotori dell'appello "Cambiare si può"

Buongiorno, c’è un caffè sospeso?

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

Il 10 dicembre, il giorno che tutto il mondo dedica da molti anni ai diritti umani, diventa anche la Giornata del Caffè sospeso, la pratica di bere un caffè e pagarne due, per offrirlo in qualsiasi momento a sconosciuti. A promuovere l’iniziativa è una rete di «festival e associazioni culturali in mutuo soccorso». Decine di bar, spazi sociali e locali di tutte le regioni hanno aderito. Sabbia, anzi polvere di caffè, negli ingranaggi della cultura del profitto.

 

 

«Riprendiamo l’antica pratica napoletana del “caffè sospeso”». La proposta della Rete dei Comuni solidali e di alcuni festival del cinema offre un volto davvero originale e piacevole alle idee di convivialità e solidarietà, uno schiaffo alla dittatura del profitto. Il caffè sospeso è una pratica diffusa nei bar di Napoli, quando una persona era particolarmente felice perché aveva qualcosa da festeggiare oppure perché aveva iniziato bene la giornata, beveva un caffè e ne pagava due, per chi sarebbe venuto dopo e non poteva pagarselo. Era un caffè offerto … all’umanità. Di tanto in tanto qualcuno si affacciava alla porta e chiedeva se c’era «un caffè sospeso».

 

Leggi tutto: Buongiorno, c’è un caffè sospeso?

Sportello territoriale del Volontariato dei Picentini

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

Grazie alla disponibilità mostrata dal Comune di Montecorvino Rovella, Mercoledì 12 Dicembre sarà inaugurato lo Sportello territoriale del Volontariato dei Picentini promosso dal Centro Servizi per il Volontariato della provincia di Salerno.

Lo sportello rappresenterà il motore per promuovere, in un'area provinciale caratterizzata da una bassissima presenza dell'associazionismo di volontariato, i valori della gratuità e della solidarietà e allo stesso tempo supporterà le Odv che operano brillantemente nel territorio.

Un nuovo impulso per una comunità migliore!


Leggi tutto: Sportello territoriale del Volontariato dei Picentini

Mordi e fuggi il volontariato al tempo della crisi: presentata la ricerca di Ciessevi

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

C'è la crisi, si fa sentire e il volontariato cambia pelle. Tanto che diventa mordi e fuggi. Infatti, secondo le organizzazioni di Milano e provincia, aumenta (+ 19,6%, da 11.791 nel 2009 a 14.676 nel 2010) il numero di coloro che si impegnano saltuariamente, mentre diminuisce (-14,3%, da 30.077 del 2009 a 26.307 del 2010) il numero di persone che fanno attività "sistematica". Scende anche (-2,1%, da 41.868 del 2009 a 40.983 del 2010) il numero complessivo dei volontari nelle organizzazione attive sul territorio. Il numero dei cosiddetti "saltuari" è pari al 35,8% del totale dei volontari. Sono alcuni dei dati che emergono dall'edizione 2012 della ricerca di Ciessevi dal titolo "Il volontariato a Milano e provincia nel 2010. Una risorsa per l'innovazione sociale".

 

Leggi tutto: Mordi e fuggi il volontariato al tempo della crisi: presentata la ricerca di Ciessevi

Visitiamo la Città domenica 9 Dicembre

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

VISITIAMO LA CITTA'Domenica 9 alle ore 10
Partenza dal Comune di Salerno
Via aspettiamo

Ringraziamo per la segnalazione:

Invitiamo a leggere, quì allegato, “La Bibbia dei Poveri”
Un racconto per immagini a cura di Paola Valitutti

 

Leggi tutto: Visitiamo la Città domenica 9 Dicembre

Le relazioni economiche tra l'Italia e il Mediterraneo Rapporto Annuale 2012

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali


Il 20 novembre SRM ha presentato a Napoli il Rapporto 2012 su "Le relazioni economiche tra l'Italia e il Mediterraneo", lavoro di ricerca frutto delle elaborazioni più significative realizzate nell'ambito dell’osservatorio permanente sull'economia del Mediterraneo SRM-MED.

Tre i temi cardine del Rapporto: le relazioni commerciali, i flussi finanziari e i collegamenti infrastrutturali. Novità di questa edizione è un focus sul valore complessivo del business italiano in Turchia, uno dei paesi più interessanti tra quelli emergenti e che vanta le più intense relazioni commerciali con l’Italia nell’ambito dell’Area Med.

Il Rapporto e lo speciale Turchia sono disponibili su www.srm-med.com effettuando la registrazione gratuita al sito.


Avanguardia Paleolitica

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

Ringraziamo per la segnalazione: Associazione Erchemperto

L’edizione 2012 del Laceno d’Oro

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

L’edizione 2012 del Laceno d’Oro segna non solo il ritorno della manifestazione ad una dimensione più ricca ed articolata ma la caratterizza ancora di più per un’attenzione sincera alle tematiche sociali e al miglior cinema giovane italiano.

Numerosi gli ospiti che si alterneranno durante le giornate della rassegna.

Il 3 dicembre si inizia con Salvatore Mereu che presenta la sua ultima opera “Bellas Mariposas”, premiata alla sezione Orizzonti dell’ultima Mostra del Cinema di Venezia e per ora distribuita solo in Sardegna.

Il 5 dicembre Simona Cappiello presenta “Gli occhi più azzurri” che ci fa rivivere un’importante pagina della storia italiana, attraverso interviste emozionanti alle donne e agli uomini che furono protagonisti nel dopoguerra del salvataggio di più 70.000 bambini meridionali dalla fame e dalle malattie.

Dal 6 dicembre parte MUNNIZZA, un corto illustrato e una mostra su Peppino Impastato e sua madre Felicia,a cura di Licio Esposito, Marta dal Prato e Andrea Satta. Nella stessa serata un beve ma intenso spettacolo di canzoni e letture “Ostinazione e coraggio” (il suggerimento degli irregolari, storie e canzoni) con Andrea Satta e Carlo Amato (Tetes
de bois)
. L’evento Munnizza, evidentemente dedicato ai temi della legalità e della lotta alle mafie, si arricchisce di altri importanti appuntamenti: lo spettacolo di burattini con Salvatore Gatto dal titolo "Pulcinella e il guappo", cui segue il documentario sulla vita di Peppino Impastato "Lunga è la notte" di Federico Cataldi (9 dicembre); la visione del commovente documentario “Al di là del mare” di Luca Pagliari su Angelo Vassallo, il sindaco “pescatore” di Acciaroli ucciso per aver saputo amministrare onestamente nell’interesse del territorio e dell’ambiente arginando il malaffare nel suo paese, cui fa seguito un incontro-dibattito con il figlio Antonio (12 dicembre).

Evento per noi fondamentale, e in qualche modo caratterizzante la manifestazione, è quello del 7 dicembre ad Ariano Irpino, il concerto dei Tetes de BoisAvanti Pop” dedicato agli operai della Irisbus in crisi e con loro a tutte le donne, i giovani e gli uomini di Irpinia che attraversano momenti di grande disagio lavorativo ed esistenziale.

Il 15 dicembre è la giornata clou con la presenza in città di un tris d’autori molto importante, Daniele Gaglianone a cui va il Premio Camillo Marino e di cui vedremo il suo ultimo film “Ruggine” (dopo la visione nei giorni precedenti di altre sue opere), Gianluca Arcopinto (il produttore “autonomo” più amato dai giovani registi e con al suo attivo già circa 60 film realizzati) e Vincenzo Marra, già premiato ad Avellino e che adesso accompagna la sua ultima opera “Il gemello” con la quale Arcopinto riprende l’attività anche di distributore, rilanciando la “Pablo”.

Infine il 19 dicembre, il Liceo Classico di Pietradefusi sarà la cornice per un incontro con Andrea Purgatori, uno dei più bravi sceneggiatori italiani e che sarà nei luoghi in cui nacque il protagonista del suo ultimo fortunato lavoro televisivo, il commissario Nardone.

Fonte: www.lacenodoro.it

Leggi tutto: L’edizione 2012 del Laceno d’Oro

Banca Etica è sul web con il nuovo sito e il Conto in Rete

Categoria principale: Temi Categoria: Attività culturali

Banca Etica è il primo istituto di credito italiano interamente dedito alla finanza etica: dal 1999 raccoglie il risparmio di cittadini e organizzazioni responsabili e lo impiega per finanziare i migliori progetti di imprenditoria sociale. Oggi Banca Etica conta 16 filiali nelle principali città italiane e una ventina di “banchieri ambulanti” che servono gli altri territori. Accanto al nuovo sito, al blog, all’account twitter, arriva ora la possibilità di aprire Conto in Rete, un conto online che costa tre

euro al mese.

di Redazionale - 30 Novembre 2012 - Fonte: ilcambiamento


Una serie di fattori hanno spinto Banca Etica ad avvicinarsi sempre di più al web

Il mondo ha bisogno di alberi: niente alberi, niente futuro

"Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy"