Ambiente ed Ecologia

Abitare in 6 mq ad impatto zero secondo Renzo Piano

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Il modulo da 2,5m x 3m progettato da Renzo Piano, trasportabile, completamente autosufficiente e staccato dalle reti locali, con tanto di fotovoltaico, solare termico e serbatoio per l’acqua piovana.

Diogene, Il progetto minimalista di Renzo Piano 

(Rinnovabili.it) – Per capire davvero cosa sia una “casa minimalista”, autosufficiente ead impronta ambientale ridotta, forse è sufficiente osservare l’ultimo progetto realizzato da Renzo Piano per il Parco architettonico del Campus Vitra, la cabina “Diogene“. 

In realtà l’idea di elaborare un’abitazione minimalista compatta, autosufficiente ed indipendente dalle reti locali, non è nuovo per l’architetto Renzo Piano che già in passato tentò questo genere di sperimentazioni a Genova. Il prototipo Diogene è però unico nel suo genere, anche e soprattutto per il contesto creativo nel quale si inserisce.

A pochi metri di distanza l’uno dall’altro trovano infatti posto esempi simbolo del green building e dell’architettura contemporanea come Herzog & de MeuronÁlvaro Siza, Zaha Hadid, Tadao Ando, Frank Gehry, Grimshaw, SANAA e molti altri. Siamo all’interno del Campus Vitra, nella cittadina tedesca di Weil am Rheim, un vero e proprio parco architettonico emblema del design e dell’architettura contemporanea. 

Leggi tutto: Abitare in 6 mq ad impatto zero secondo Renzo Piano

Rilegno spiega i motivi del calo del riciclo nel 2012. E' aumentato il riuso

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia
Crisi della produzione interna, meno merce che circola e di conseguenza meno raccolta differenziata e meno intercettazione in ambito non urbano. Potrebbe essere questa in estrema sintesi la spiegazione del marcato calo del riciclo dei rifiuti di imballaggio in legno registrato nel 2012. Ma in questo quadro si può inserire anche un fattore nuovo: la "rigenerazione" dei pallet.

Per capire fino in fondo cosa è successo l'anno passato ai rifiuti legnosi abbiamo intervistato Marco Gasperoni, direttore di Rilegno 

Leggi tutto: Rilegno spiega i motivi del calo del riciclo nel 2012. E' aumentato il riuso

Intervento del Dott. Agostino di Ciaula in audizione alla Camera sul problema ILVA

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

isde

 

Spesso, pensando ai tumori, si considera la possibilità di diagnosi precoce un’arma vincente. In realtà, si è veramente vincenti se si agisce a monte, non solo cercando di limitare i danni di malattie già insorte ma impedendo che queste insorgano, evitando l’esposizione alle sostanze che le provocano.

La prevenzione primaria è solo in parte compito dei medici, che possono al massimo svolgere un ruolo di sostegno informativo basato sulle evidenze scientifiche. La prevenzione primaria è uno dei compiti della politica. È per questo che ho accolto con grande piacere l’invito ad essere presente qui oggi.

Nel disegno di legge all’esame di questa Commissione è evidente la volontà del Governo da un lato di “tutelare l’ambiente e la qualità della vita”, dall’altro di “evitare gravi danni all’economia nazionale”, prevedendo un percorso di risanamento ambientale contemporaneo ad una prosecuzione dell’attività produttiva di ILVA.

Leggete e diffondete i contenuti in forma estesa nel documento completo in pdf: Intervento Di Ciaula – Audizione 24 Giugno 2013

Fonte: difesalattematerno

Leggi tutto: Intervento del Dott. Agostino di Ciaula in audizione alla Camera sul problema ILVA

Convertor of Pet Waste: il dispositivo che trasforma la cacca di cane in compost

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

pet waste

Non è certo un segreto che le feci degli animali vengono spesso utilizzate come fertilizzante. Quando, però, si tratta del migliore amico dell'uomo, raramente si considera la possibilità di un loro riutilizzo e tutto quello che facciamo è sbarazzarci del "ricordino" al più presto. Eppure, un'alternativa esiste e il "Convertor of Pet Waste" potrebbe fare al caso nostro.

Si tratta di un dispositivo, sviluppato da Dai YunTing, Lu JunShi, Liu Fei, Jiang Ying, Yin HuiJing, Xia ZhenLi e Gao Jua, che è in grado di trasformare gli escrementi dei nostri pet in un utile fertilizzante biologico. Vincitore del red dot award nella categoria "design", il convertitore dei rifiuti degli animali domestici è stato premiato soprattutto per il suo grande potenziale sul mercato.

Come funziona? "Convertor of Pet Waste" prima di tutto raccoglie la pupù. Lo fa utilizzando gli infrarossi e un sistema intelligente per distinguere le feci dell'animale, senza che le persone debbano raccoglierle e inserirle al suo interno. 

Leggi tutto: Convertor of Pet Waste: il dispositivo che trasforma la cacca di cane in compost

Acqua, l'Europa fa marcia indietro sulla privatizzazione

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Il Commissario Europeo Michel Barnier si dichiara contrario alla privatizzazione del servizio idrico e firma una dichiarazione che va incontro all'Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) Right2Water, sottoscritta da un milione e mezzo di cittadini in tutta Europa.

26 Giugno 2013

acqua rubinetto

L'Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) Right2Water è stata sottoscritta da un milione e mezzo di cittadini in tutta Europa

GLI ORTI URBANI DI PONTECAGNANO NELLO STUDIO DELL'OCSE

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Gli orti urbani del parco eco-archeologico di Pontecagnano nello studio annuale dell'OCSE (organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico).Questo studio è eseguito nell’ambito del programma di lavoro 2011-2012. Esso fornisce informazioni ai paesi OECD che è volto a creare una panoramica delle politiche che favoriscono attività comunitarie da parte di coltivatori e non-coltivatori nel loro procacciarsi beni di consumo con un’agricoltura sostenibile.

Leggi tutto: GLI ORTI URBANI DI PONTECAGNANO NELLO STUDIO DELL'OCSE

Rete Natura 2000. Le immagini del degrado Rudi Bressa

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia
Rete Natura 2000. Le immagini del degrado


Aree umide ormai aride. Zone riparie distrutte dalle ruspe. Foci di fiumi trasformati in campi da golf. Ecco come viene erosa pezzo dopo pezzo la Rete Natura 2000 in Italia, sistema invece creato per preservare la biodiversità. La denuncia di Lipu e Wwf con un reportage fotografico.

Leggi tutto: Rete Natura 2000. Le immagini del degrado Rudi Bressa

Come tenere lontani i gatti dai vasi e dalle piante

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

gatti orto giardino

Da amanti dei gatti, non vorremmo mai allontanarli in maniera violenta dai luoghi in cui potrebbero rappresentare, per diversi motivi, un disturbo. In particolare, come tenerli lontani dalle piante? Ci riferiamo ad esempio, alle parti più delicate dell'orto, ai fiori del giardino o alle piante in vaso, che in alcuni casi si rivelano anche pericolosi per i nostri amici pelosi.

Vi suggeriamo alcuni trucchi e rimedi naturali che fungono da repellenti, adatti a risolvere il problema.

  

Leggi tutto: Come tenere lontani i gatti dai vasi e dalle piante

Land Grabbers

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Impatto ambientale dei mozziconi da sigaretta

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia
sfondo_hp

Non esiste ancora un impegno totale per tutelare l’ambiente dalla dispersione incontrollata dei mozziconi. Da un lato, non si sono ancora sviluppate delle coscienze tali da garantire iniziative personali per ridimensionare la problematica. Da un altro lato, non esiste ancora un obbligo di legge per una specifica raccolta differenziata dei mozziconi.
Tuttavia i più virtuosi, in attesa di norme specifiche, hanno prodotto e messo in commercio appositi contenitori per la raccolta separata di questi particolari rifiuti. 

E’ partita una campagna di sensibilizzazione a titolo totalmente gratuito che ha l’obiettivo di divulgare una corretta raccolta del mozzicone di sigaretta e di sensibilizzare le varie categorie di utenti a un maggiore rispetto per l’ambiente: BASTA MOZZICONI A TERRA.

Leggi tutto: Impatto ambientale dei mozziconi da sigaretta

Come proteggere i polmoni dall'inquinamento dell'aria: 10 rimedi e consigli

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Scritto da Marta Albè

Fonte: greenme.it

polmoni inquinamento

Come proteggere il nostro apparato respiratorio dall'inquinamento? I polmoni ne rappresentano uno degli organi più delicati e maggiormente soggetti alla presenza di sostanze nocive sia nell'aria delle nostre città che all'interno delle nostre abitazioni o dei luoghi di lavoro.

E' possibile adottare alcuni suggerimenti e rimedi naturali per proteggere i polmoni dall'esposizione alle sostanze indesiderate e per depurarli, in modo da favorire il mantenimento della loro salute. 

Leggi tutto: Come proteggere i polmoni dall'inquinamento dell'aria: 10 rimedi e consigli

Grafene, perfetto anche se difettoso

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

di Viola Rita | Pubblicato il 05 Giugno 2013

Flessibile e duro, denso e leggero, resistente e pieghevole: il grafene sembra essere ‘il materiale degli opposti’, oltre che il materiale del futuro. E, ancora più sorprendente, la sua forza - la più alta mai misurata in una sostanza - rimane pressocché immutata anche in presenza di difetti nella struttura, inevitabilmente esistenti su superfici non troppo piccole. È il risultato di uno studio pubblicato su Science e condotto dall’Università della Columbia di New York, dall’Università di Sungkyunkwan in Corea, con il contributo di altri istituti statunitensi e coreani.


Il grafene è costituito da uno strato monoatomico di atomi di carbonio, che si dispongono in un reticolo a forma di nido d’ape. “Solo all’interno di aree molto ridotte è senza difetti, che invece sono presenti negli strati estesi”, spiega James Hone, coautore dello studio. “Fino ad ora non era chiaro quanto fossero forti queste imperfezioni”. 

Leggi tutto: Grafene, perfetto anche se difettoso

Salviamo le api: il film documentario e la petizione di Greenpeace

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

salviamo le api

Salviamo la api. Le api sono in pericolo. La maggiore minaccia alla loro esistenza è costituita dai pesticidi chimici utilizzati nelle coltivazioni agricole a scopo industriale, e non solo. Ad essere stati individuati come pericolosi per le api non sono soltanto i neonicotinoidi, la cui richiesta di messa al bando in Europa aveva preso le mosse da un indagine in proposito condotta dall'Efsa.

Sono infatti numerose le tipologie di pesticidi in grado di mettere a rischio le api, per via dei loro effetti letali, come evidenziato da parte di Greenpeace. Si tratta di sostanze chimiche altamente nocive che intaccano il sistema nervoso centrale delle api e di altri insetti impollinatori attraverso il polline ed il nettare delle piante trattate con il loro impiego, oltre che attraverso le polveri rilasciate durante le operazioni di semina.

La moria delle api è probabilmente indice del declino che il nostro Pianeta sta attraversando per mano dell'uomo. Abolire l'impiego dei pesticidi killer potrebbe rappresentare un passo importante per la salvaguardia delle api. E' bene conoscere maggiormente a fondo la situazione di rischio che gli insetti impollinatori stanno attraversando.

Il documentario. In difesa delle api e contro i pesticidi killer Greenpeace lancia il sito web Salviamo Le Api ed il

 trailer italiano del film documentario "Un mondo in pericolo" ("More than honey"), del regista svizzero Markus Imhoof, che descrive la vita delle api minacciate dai pesticidi che la campagna di Greenpeace chiede di bandire. Il documentario raccoglie una serie di immagini uniche nate per mostrare la vita all'interno di un alveare ed il dramma della moria delle api.  

La petizione. Visitando il sito web Salviamo Le Api, è possibile aderire alla petizione di Greenpeace per chiedere il bando dei pesticidi killer delle api, indirizzata al Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Nunzia De Girolamo. La petizione chiede di vietare l'uso dei pesticidi dannosi per api e insetti impollinatori, a cominciare dai sette più pericolosi (clothianidin, imidacloprid, thiametoxam, fipronil, clorpirifos, cipermetrina e deltametrina), adottare piani d'azione per gli impollinatori al fine di sviluppare pratiche agricole non dipendenti da prodotti chimici e incrementare la biodiversità in agricoltura.

Le video testimonianze. E' inoltre possibile assistere alle video testimonianze degli apicoltori italiani ed europei, che raccontano i fenomeni della moria delle api e che ricordano a tutti cosa possiamo fare per difenderle.

Kit di azione. E' infine possibile scaricare dal sito Salviamo Le Api (nella sezione "Entra in azione") un kit di azione con un volantino informativo, moduli raccolta firme per la petizione, cartello per identificare "aree salva-api" - da mettere in giardini, orti e balconi dove non vengono utilizzati insetticidi - informazioni sui fiori utili a fornire polline e quindi cibo per api e impollinatori e le istruzioni per costruire un rifugio per le api selvatiche.

 salviamo le api2

Perché salvare le api? Come comunicato da parte di Federica Ferrario, responsabile campagna Agricoltura Sostenibile di Greenpeace, le api e gli altri insetti impollinatori sono i migliori alleati degli agricoltori, fondamentali per la produzione di cibo. Per fermare il loro declino, dobbiamo vietare l'uso dei pesticidi più dannosi e investire invece sulla sostenibilità: meno sostanze chimiche, più finanziamenti per ricerca, sviluppo e applicazione di pratiche agricole ecologiche. Delle 100 colture da cui dipende il 90 per cento della produzione globale di cibo, 71 sono legate al lavoro di impollinazione delle api. Solo in Europa, ben 4 mila varietà agricole dipendono dalle api.

Riflettiamo e continuiamo a dire no ai pesticidi.

Firmiamo qui la petizione per salvare le api.

Marta Albè

Fonte: greenme

ECO-DECALOGO

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

“ ECO-DECALOGO”

IL CIRCOLO LEGAMBIENTE “OCCHI VERDI” DI PONTECAGNANO FAIANO PUBBLICA LA SUA PROPOSTA DI BUONE PRATICHE PER LA FUTURA AMMINISTRAZIONE CITTADINA

Il circolo di Legambiente “Occhi Verdi” interviene nel dibattito politico cittadino alla vigilia delle nuove elezioni comunali offrendo una proposta articolata in 10 punti a tutti i candidati sindaco che concorrono alle prossime elezioni amministrative nella cittadina picentina. Il documento intende porre l’accento su spinose questioni che logorano da sempre il territorio di Pontecagnano Faiano nel tentativo di stimolare la sensibilità e quindi un intervento fattivo degli stessi candidati verso problematiche da troppo tempo accantonate o lasciate senza risposta.

ECO-DECALOGODI LEGAMBIENTE PER I FUTURI AMMINISTRATORI

PONTECAGNANO FAIANO HA GLI “OCCHI VERDI”

LE DIECI PROPROSTE DI LEGAMBIENTE PER UN TERRITORIO SOSTENIBILE

Leggi tutto: ECO-DECALOGO

Ecopneus: nuova vita agli pneumatici usurati

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Quando portiamo la nostra auto dal gommista e sostituiamo gli pneumatici usurati, contribuiamo alla nostra e alla altrui sicurezza nella circolazione stradale. Una volta cambiati, però, gli pneumatici che fine fanno? Diventano rifiuti ma, anziché essere smaltiti, il materiale di cui sono fatti deve essere recuperato e riutilizzato, ad esempio, come componente aggiuntivo per un asfalto particolare, modificato, che, grazie all’aggiunta di gomma, permette di realizzare pavimentazioni con elevata durabilità, silenziosità e maggiore aderenza in frenata. Tutto ciò è possibile, ad esempio, grazie anche all’attività di Ecopneus scpa, una società senza scopo di lucro nata per favorire il rintracciamento, la raccolta, il trattamento e la destinazione finale degli pneumatici fuori uso (PFU). Ecopneus è nata nel 2009 per adempiere agli obblighi previsti dall’art. 228 del decreto legislativo 152/2006, che impone ai produttori e agli importatori di pneumatici operanti in Italia di assicurare, con responsabilità proporzionale alla quota di mercato rappresentata, la corretta gestione dei PFU. Soci fondatori di Ecopneus sono i sei principali produttori e importatori di pneumatici operanti in Italia: Bridgestone, Continental, Goodyear Dunlop, Marangoni, Michelin e Pirelli. Attualmente i soci sono 62, con 40 impianti di trattamento riciclo e recupero, 77 aziende di raccolta sul’intero territorio nazionale e 30.108 punti di generazione alla fine del 2012. Oggi Ecopneus rappresenta l’80% circa del mercato del ricambio di pneumatici in Italia ed è il principale attore nell’ambito del sistema nazionale di rintracciamento, raccolta e recupero degli pneumatici fuori uso, un sistema che, complessivamente, mira a garantire il recupero dell’intera quota degli pneumatici fuori uso generati ogni anno e, quando possibile, ad avviare a recupero anche una parte dello “storico”, cioè una parte degli pneumatici stoccati in depositi prima dell’entrata in vigore dei decreti sul loro recupero.

Leggi tutto: Ecopneus: nuova vita agli pneumatici usurati

CINEMAMBIENTE

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

CinemAmbiente

 

Leggi tutto: CINEMAMBIENTE

Perchè riciclare la carta

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

 

Leggi tutto: Perchè riciclare la carta

Giornata Internazionale dell’Ambiente 2013

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia
Piazza Lodron, dalle 9.30 alle 12.30, ECO-BANCHETTI INFORMATIVI
Consumi sostenibili, raccolta differenziata, incentivi per il risparmio energetico, mobilità sostenibile
Rete trentina educazione ambientale, Comune di Trento, APIAE-PAT, Ecosportello, ES.SER.CI – Servizio Civile
ECOSPORTELLO
Dalle 17.00, INAUGURAZIONE MOSTRA D’ARTE  “…..nulla si distrugge, tutto si trasforma …..”
a cura dell’Istituto d’arte – Liceo Artistico A. Vittoria- classi 3E 3B
Ore 18.30 L’ARTE DELLA SOSTENIBILITÀ esperienze d’arte a KM zero
Arte, musica, creatività, gastronomia all’insegna della sostenibilità ambientale
.. mostra delle creazioni di cinque artisti, a partire da materiali di recupero …
a cura di Associazione H2O+
ECO – Comedy
“6 PERSONAGGI IN CERCA DI…RICICLO”
a cura di TTT- Punti di vista teatrali
ECOSPORTELLO
Via Torre Verde 34, TRENTO
www.ecosportello.tn.it – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

“Un Mondo da Salvare”

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

 

 Per scaricare il libricino in pdf clicca qui 

Le copie cartacee del libricino “Un mondo da salvare” sono disponibili in omaggio per tutti quelli che lo desiderano. Invitiamo in particolare tutte le associazioni (e non solo) che hanno aderito alla Campagna Nazionale Difesa Latte Materno dagli inquinanti a distribuirne copie nei banchetti o durante altre iniziative a sostegno della Campagna. Vi chiediamo di comunicarci il luogo e la data delle vostre iniziative, così che potremmo aggiornare il calendario eventi!  Grazie a tutti della collaborazione!

Per info e spedizione libricini: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Linda 333 3520627

Se desiderate fare un’offerta libera alla Campagna: conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458 , specificando la causale ”Campagna Nazionale Difesa Latte Materno”.

Fonte: difesalattematerno 

Leggi tutto: “Un Mondo da Salvare”

Campagna nazionale in difesa del latte materno dai contaminanti ambientali

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

 

Il latte materno è un Bene Comune di inestimabile valore. È forse il primo bene, il primo dono d’amore che un piccolo riceve nella vita. Non è uguagliabile da alcun sostituto artificiale o animale. È fonte di benessere e salute per la mamma e per il bambino, ma anche per la società e per l’ambiente, ma mai come oggi, al pari di altri beni comuni, è minacciato dal profitto e dall’inquinamento e va pertanto difeso e salvaguardato.

Leggi tutto: Campagna nazionale in difesa del latte materno dai contaminanti ambientali

Il mondo ha bisogno di alberi: niente alberi, niente futuro

"Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy"