Ambiente ed Ecologia

COOU lancia ad Ecomondo il concorso “Io Difendo l’Ambiente”

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia
Il COOU, Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati, lancia ad Ecomondo il concorso “Io Difendo l’Ambiente” e avvicina i visitatori all’importanza del riciclo degli oli lubrificanti usati

COOUMentre si attende l’inizio di Ecomondo il COOU, Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati, ha annunciato la sua partecipazione presentando una iniziativa che vuole avvicinare il grande pubblico all’importanza ambientale del riciclo degli oli lubrificanti usati. Attraverso “Io Difendo l’Ambiente” i visitatori della Fiera di Rimini sono invitati ad attaccare sul grande albero messo a disposizione nello stand di COOU un messaggio che sia uno slogan in difesa dell’ambiente. Un messaggio che andrà a rappresentare la foglia di un albero che, inizialmente spoglio, dal 6 al 9 novembre riempirà le fronde di slogan, il migliore dei quali sarà premiato con un tablet e utilizzato nella prossima campagna di advertising sul web del Consorzio.

Il Consorzio partecipando ad Ecomondo si è fissato l’obiettivo di diffondere l’importanza del riciclo degli oli usati sfruttando l’informazione e quindi descrivendo a chi interessato il processo di recupero dei lubrificanti insieme a A.N.CO., Associazione per le imprese di raccolta e i rappresentanti della rigenerazione.

Leggi tutto: COOU lancia ad Ecomondo il concorso “Io Difendo l’Ambiente”

Prodotti sfusi: 10 motivi per comprare alla spina

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

prodotti sfusi

I prodotti sfusi o alla spina possono essere acquistati presso i numerosi negozi specializzati presenti in Italia, ma anche nei punti vendita del biologico, in alcuni supermercati, in qualsiasi mercato per quanto riguarda la frutta e la verdura, e direttamente dai produttori agricoli.

 

 Ciò garantisce numerosi vantaggi dal punto di vista economico e del rispetto dell'ambiente, soprattutto per i consumatori, ma anche per le aziende. 

Leggi tutto: Prodotti sfusi: 10 motivi per comprare alla spina

Ecoinvenzioni: la gomma ecologica per auto che non si buca e funziona senz'aria

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

La gomma auto i-Flex Tire, e' la nuova soluzione proposta dell'azienda coerana Hankook per ridurre l'inquinamento ambientale ed il consumo di carburante dei veicoli

Petizione europea contro la vivisezione: argomenti a confronto

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

L’1 novembre 2013 scadrà il termine per firmare la petizione europea contro la vivisezione che si propone di sollecitare la Commissione Europea ad abrogare la direttiva 2010/63/UE sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici e presentare una nuova proposta che abolisca l’uso della sperimentazione su animali.

di Filippo Schillaci - 25 Ottobre 2013

vivisezione
L’1 novembre 2013 scadrà il termine per firmare la petizione europea contro la vivisezione

Leggi tutto: Petizione europea contro la vivisezione: argomenti a confronto

Zeoform: il nuovo materiale sostenibile ricavato dalla carta da macero

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

zeoform cover

Si chiama Zeoform e potrebbe essere il nuovo materiale sostenibile e riciclabile in grado di sostituire gli attuali colleghi poco ecologici. Composto da acque e dalle sole fibre di cellulosa ricavate dalla carta da macero, Zeoform potrebbe essere sfruttato in vari settori, dalla costruzione di edifici alla realizzazione di strumenti musicali e gioielli.

Il materiale è chiamato Zeoform®, ed è formato da fibre di cellulosa macerate con acqua utilizzando una formula brevettata. Non c'è colla, né leganti, sostanze chimiche o additivi di alcun genere, rassicura la società. Zeoform può essere stampato, pressato, spruzzato, levigato, dipinto e trasformato con differenti densità.

 

“Un materiale rivoluzionario a base di cellulosa ricostituita e acqua, e nient'altro. Un processo brevettato trasforma le fibre di cellulosa in una sostanza forte simile al legno in grado di essere trasformato in una gamma illimitata di prodotti. Zeoform è al 100% non tossico , biodegradabile”. L'omonima società che l'ha ideato spiega che Zeoform può essere colorato con pigmenti naturali e miscelato con vari substrati (organico, metallico, conduttivo).

zeoform

Le diverse tecniche di stampaggio - manuale, compressione, spruzzo – danno tutte come risultato un materiale denso, durevole e dalla forma personalizzabile e versatile.

Leggi tutto: Zeoform: il nuovo materiale sostenibile ricavato dalla carta da macero

L'inquinamento uccide: PM 10 cancerogeni certi

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

L’agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) ha riclassificato alcune sostanze della lista di cancerogeni noti e fra queste ha ufficializzato l’entrata delle polveri sottili (PM) e in generale dell’inquinamento atmosferico inserendoli nella categoria 1, e quindi certamente cancerogeni.

di Gestione Corretta Rifiuti - 24 Ottobre 2013 - Fonte: www.ilcambiamento.it

inquinamento


L’agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro ha inserito le polveri sottili e l’inquinamento atmosferico nella categoria 1: certamente cancerogeni

Leggi tutto: L'inquinamento uccide: PM 10 cancerogeni certi

Per salvare la api, bastano un fiore o una semplice azione

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

di Andrea Bertaglio - 02/10/2013  -  Fonte: La Stampa

Vuoi salvare le api? Fallo piantando un fiore. È il consiglio di Greenpeace che, attraverso la campagna Salviamo le api, da tempo cerca di sensibilizzare anche il pubblico italiano alla tutela di questi importantissimi insetti. Che, insieme a bombi, farfalle, mosche, permettono il processo naturale di impollinazione. “Senza gli insetti impollinatori, molti esseri umani e animali avrebbero difficoltà a trovare il cibo di cui hanno bisogno per la loro alimentazione e sopravvivenza”, fa presente l’associazione ambientalista: “Delle 100 colture da cui dipende il 90% della produzione mondiale di cibo, 71 sono legate al lavoro di impollinazione delle api”.  

La mappa Nasa delle morti per inquinamento atmosferico

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Un planisfero dei decessi dovuti all’inquinamento da polveri sottili.

Con qualche sorpresa

Milioni di persone, ogni anno, muoiono a causa di patologie scatenate dall’inquinamento atmosferico. Sulla base dei dati di uno studio sulle morti da inquinamento atmosferico, la Nasa ha compilato una mappa globale che evidenzia le nazioni nelle quali i tassi di mortalità prematura. Un planisferoche ricalca, come idea, ma non come sostanza, le mappe globali della luminosità che descrivono con grande immediatezza i processi di antropizzazione e di urbanizzazione in corso.

La mappa abbraccia i dati sul numero medio di morti per 1000  chilometri quadrati nel periodo fra il 1° gennaio 1850 e il 1° gennaio 2000 a causa del particolato fine.

Leggi tutto: La mappa Nasa delle morti per inquinamento atmosferico

Sosteniblablabla: l’abuso di una parola preziosa secondo “State of the World 2013”

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

È ancora possibile parlare di sostenibilità? Se lo chiedono scienziati, esperti di politica ed economia e opinion leader di fama nel nuovo report del Worldwatch InstituteState of the World 2013“. Il volume (edito in Italia da Edizioni Ambiente), affronta la questione cercando di “ridare un senso al termine sostenibilità” che secondo gli esperti si sarebbe ormai “annacquato” trasformandosi in un mero strumento di marketing.

Per capire come si è arrivati a questa situazione è utile fare un salto indietro. «Il termine sostenibilità – ricorda Michael Renner, senior researcher del Worldwatch Institute – nasce ventuno anni fa al primo Summit della Terra a Rio de Janerio. In quella occasione fu ufficialmente coniato il termine e la sua definizione. Intorno a quella definizione ci fu un vasto dibattito. Molti affermarono che la parola probabilmente non sarebbe sopravvissuta perché ritenuta poco chiara o poco soddisfacente». La storia non ha dato ragione a questa previsione. «La parola non solo è sopravvissuta – continua Renner – anzi è cresciuta a dismisura negli ultimi venti anni. Basta fare una breve ricerca su Google per verificare come questo termine compaia milioni di volte a seconda di come viene cercato».

Leggi tutto: Sosteniblablabla: l’abuso di una parola preziosa secondo “State of the World 2013”

Sono solo 10 gli odori base

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

di Maria Antonietta Cerone

Il profumo del caffè fresco la mattina ci sveglia. L’odore del pane appena sfornato ci fa venire fame. La puzza di uova marce ci fa indietreggiare. Praticamente ogni cosa che ci circonda è associata ad un odore piacevole o spiacevole, ed è proprio il senso dell’olfatto che spesso determina le nostre decisioni e i nostri comportamenti. Ma quanti odori siamo in grado di percepire? Nessuno finora è stato in grado di rispondere a questa domanda in maniera sistematica. Oggi in un uno studio multicentrico condotto presso l'Università di Pittsburgh, il Bates College e l'Oak Ridge National Laboratory negli Stati Uniti e pubblicato su Plos One, alcuni ricercatori, usando un complesso modello statistico, hanno identificato solo dieci “odori di base”, dalla cui combinazione derivano tutte le sfumature normalmente percepite.

Leggi tutto: Sono solo 10 gli odori base

Cani e padroni: ecco le nuove regole su guinzaglio, museruola e deiezioni

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

cani passeggiata

Sono in vigore dal 7 settembre 2013 le nuove regole per l’accudimento dei cani nei luoghi pubblici e per le passeggiate all’aperto, emanate su ordinanza del Ministero della Salute il 6 agosto 2013 e pubblicate in Gazzetta Ufficiale n. 209 del 6 settembre 2013. Le regole saranno in vigore per 12 mesi e riguardano soprattutto l’uso del guinzaglio, della museruola, la raccolta delle feci e restrizioni sulla detenzione.

Leggi tutto: Cani e padroni: ecco le nuove regole su guinzaglio, museruola e deiezioni

Una mappa delle regioni più vulnerabili al cambiamento del clima

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Dove colpirà di più  il cambiamento del clima

Dove colpirà di più il cambiamento del clima

Realizzata una mappa mondiale delle ecoregioni più vulnerabili al cambiamento climatico: le aree più critiche sono l'Asia meridionale e sudorientale, la costa orientale del Sud America, l'Europa centrale e occidentale e l'Australia meridionale.

Leggi tutto: Una mappa delle regioni più vulnerabili al cambiamento del clima

END ECOCIDE! Firma per rendere l’Ecocidio un crimine

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia
La distruzione ambientale deve diventare un crimine per il quale le persone colpevoli devono essere ritenute responsabili. Questo crimine ha un nome: Ecocidio. Firma per chiedere all'UE la legge che lo riconosce. 

Patologie dovute all’utilizzo o al contatto con i pesticidi

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Immagine

Articolo : Caserta rifiuti tumori terra dei fuochi

Comunicato Acp Senato indagine su inquinamento e salute, si comincia dalla Campania

Nuova importante rassegna scientifica sulle patologie dovute all’utilizzo o al contatto con i pesticidi – cancro, malattie del sangue, disturbi neurologici, malformazioni alla nascita, ecc. – in continuo aumento a livello internazionale, tra chi ne fa uso professionale e non.

Pubblicato lo scorso 13 giugno, il Report “Pesticidi e Salute” (PDF, in francese), una raccolta comparativa di dati epidemiologici condotta a livello internazionale dall’Istituto Nazionale per la Salute e la Ricerca Medica (Inserm). Lo studio accerta che in Francia, paese a prevalenza agricola, il 15% della popolazione è esposto e a rischio.

Leggi tutto: Patologie dovute all’utilizzo o al contatto con i pesticidi

Nelle terre avvelenate di Lazio e Campania nei prossimi anni 5 milioni di morti

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Con due interviste a Sky (e ad un paio di tivù casertane) Carmine Schiavone, cugino del più noto Francesco, alias Sandokan, tra una cifra e l’altra di morti ammazzati come noccioline nelle faide tra clan, si fa uscire una cifra rotonda: nei prossimi anni ci saranno 5 milioni di morti nelle terre avvelenate di Campania e Lazio.

Anche stavolta: strilli e titoloni su carta stampata? Altre tivù a cercare di capirci meglio? Aule parlamentari in seduta permanente per far luce? Inquirenti, forze dell’ordine e autorità di controllo a sirene spiegate? Sempre lo stesso, tombale silenzio. Un’omertà di Stato che più compatta non si può. Come se una colata di cemento – in perfetto stile mafioso – avesse cucito bocche, occhi e orecchie.

Leggi tutto: Nelle terre avvelenate di Lazio e Campania nei prossimi anni 5 milioni di morti

Premio di eccellenza "Spendere senza soldi": presentazione dei vincitori (Padova, 21 settembre 2013)

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Padova, 21 settembre 2013 - Premiazione Spendere Senza Soldi 

Leggi tutto: Premio di eccellenza "Spendere senza soldi": presentazione dei vincitori (Padova, 21 settembre 2013)

La (mini) Guida ai Marchi Amici dell'Ambiente

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia
La (mini) Guida ai Marchi Amici dell'Ambiente - AcquistiVerdi.it

Continua la nostra esplorazione delle etichette, loghi, marchi ecologici che troviamo intorno a noi.

Questa volta non parliamo di certificazioni di prodotto ma di simboli che individuano o i materiali amici dell’ambiente con cui un prodotto è stato realizzato, oppure le caratteristiche ecologiche del prodotto (ad esempio se è privo di qualche sostanza tossica).

Con questa seconda guida (speriamo facile come la prima!) ci proponiamo di darti qualche informazione in più sui prodotti che stai per acquistare o che hai già acquistato: ricordandoti però che questi simboli non ti offrono alcuna garanzia da parte di un ente terzo, così come invece possono offrirti i marchi ecologici presentati nella guida n.1 sui marchi ecologici.

Buona lettura! 

Il mondo ha bisogno di alberi: niente alberi, niente futuro

"Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy"