Ambiente ed Ecologia

Knitting: 10 motivi per iniziare a lavorare a maglia

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

knitting lavorare a maglia

Lavorare a maglia è un'arte tutta da riscoprire. Negli ultimi anni l'effetto relax dello knitting ha spinto sempre più persone ad andare alla ricerca di ferri e gomitoli, per dedicarsi alla realizzazione di piccoli progetti durante il tempo libero, la sera, nelle sale d'attesa o sui mezzi pubblici. 

 

motivi per iniziare a lavorare a maglia sono davvero numerosi. Molte mamme e nonne di sicuro hanno ancora a portata di mano tutto il necessario e potranno insegnarci le basi per metterci all'opera. 

Leggi tutto: Knitting: 10 motivi per iniziare a lavorare a maglia

Napoli dice addio al primato di città ecomobile

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Napoli cede lo scettro di città ecomobile d’Italia. Ora il primato spetta a Palermo e Bari che hanno saputo dare maggiore spazio alla mobilità alternativa

Ecomobile 

(Rinnovabili.it) – Era stata eletta Città più ecomobile del Sud solo poco tempo fa e adesso Napoli è stata scavalcata da Palermo e Bari. La capitale partenopea scende quindi di ben 11 posizioni e arriva al 32° posto della classifica generale che elenca le città più ecosostenibili dello stivale. Lo ha reso noto l’aggiornamento comunicato da Ambiente Quotidiano prendendo spunto dai dati relativi al 7° rapporto “Mobilità sostenibile in Italia: indagine sulle principali 50 città”, elaborato da Euromobility con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare. 

Acquisito solo lo scorso anno, il primato è stato amaramente ceduta alle città che meglio hanno saputo coniugare i progetti di sostenibilità a quelli per il miglioramento della mobilità alternativa. A modificare le sorti di Napoli, che si trova un posto sopra a Salerno, il numero troppo elevato di autovetture per kmq, molte delle quali altamente inquinanti.

In assoluto la città più ecomobile d’Italia è Venezia per il suo basso indice di motorizzazione e per la maggiore area pedonale presente oltre che al trasporto pubblico migliore del paese. A seguire in classifica appaiono Bologna al secondo posto e Torino al terzo mentre la maglia nera viene consegnata a Siracusa, Reggio Calabria e Potenza.

Leggi tutto: Napoli dice addio al primato di città ecomobile

Iniziativa di una mamma: via gli ftalati dai presidi medicali!

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia
ftalati

 

Ha dell’incredibile: mentre sono ormai da anni vietati nei giocattoli per i loro pericolosi effetti sulla salute, poichè agiscono come interferenti endocrini, gli ftalati sono tuttora presenti in moltissimi presidi medicali come cateteri e sondini, usati correntemente anche nei reparti di pediatria e ginecologia. L’esposizione a queste sostanze dal riconosciuto rischio per la salute diventa molto maggiore in caso di persone malate croniche o disabili. Aggiungiamo la nostra voce a quella di Chiara, che chiede a gran voce che si corra subito ai ripari sostituendo i prodotti con altrettanti privi di ftalati o altre sostanze potenzialmente pericolose per la salute.
Scarica e scrivi anche tu al ministro Lorenzin:
 
 
per maggiori informazioni, guarda questo sito:
 

A.S.A.D. PEGASO - AMBULANZA VETERINARIA

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

La presenza di un’ambulanza veterinaria, che possa intervenire in tutti i casi di urgenza e necessità, è finalmente divenuta legge: in particolare viene riconosciuto che anche gli amici a quattro zampe hanno diritto a ricevere assistenza d’urgenza per raggiungere la clinica più vicina, grazie ad un mezzo idoneo oppure ad un’auto privata. La presenza del mezzo veterinario e di altri mezzi di soccorso per animali erano stati già inseriti all’interno del nuovo codice della strada decreto legislativo 177 del 1992, grazie alla legge 120 del 2010: tuttavia solo nei giorni scorsi era stato messo a punto ed oggi finalmente approvato dal Consiglio di Stato, dopo apposito vaglio.

Trasportare i nostri amici a 4 zampe che necessitano di cure non sarà più un problema. Infatti a breve la Pubblica Assistenza A.S.A.D. PEGASO darà vita ad un ulteriore servizio rivolto esclusivamente agli animali. Parliamo della Ambulanza Veterinaria , un mezzo di soccorso con personale istruito ed ove richiesto Veterinario, che andrà a colmare una delle lacune più evidenti: quella dei trasporti per gli animali, non/o di emergenza- cani, gatti e animali non di taglia eccessiva, visto che parliamo di una ambulanza, che hanno bisogno di essere trasportati presso altri centri, o altre case, o strutture veterinarie di fiducia e non possono viaggiare in auto perché impossibilitati dalle loro condizioni fisiche. Inoltre è disponibile come servizio assistenza ad eventi e manifestazioni con animali, ed in caso di calamità o/e emergenze di protezione civile in genere. In attesa dell’istituzione del 118 veterinario da tutti auspicato e come indica il legislatore al momento il servizio ambulanza veterinario è rivolto solamente al privato, strutture convenzionate pubbliche o private che siano.

La Pubblica Assistenza A.S.A.D. PEGASO ha fatto già richiesta di adesione alla Federazione Italiana Ambulanze Veterinarie ed a breve ne farà parte condividendo gli scopi e le battaglie della stessa. Questo mezzo denominato "ZAMPA 1" è solo un primo mezzo, ma l’A.S.A.D. PEGASO acquisira’ altri veicoli dedicati al mondo animale.

La ZAMPA 1 prenderà servizio nel mese di Marzo, per info e convenzioni contattare la nostra centrale operativa allo 089/201382 responsabile del settore Antonio Sguazzo

Leggi tutto: A.S.A.D. PEGASO - AMBULANZA VETERINARIA

Mobilità urbana, nuovo pacchetto della Commissione Ue

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

la Commissione Europea ha adottato un nuovo pacchetto di misure per favorire l'efficienza e la sostenibilità della mobilità urbana: finanziamenti mirati, ricerca e innovazione, condiisione di buone pratiche. Ecco il piano del Commissario ai trasporti Siim Kallas punto per punto

venerdì 03 gennaio 2014

Il 70% della popolazione dell’Unione Europea vive in città, dove la maggior parte dei viaggi inizia e termina. In molte aree urbane, tuttavia, la crescente domanda di mobilità urbana ha creato una situazione che non è più sostenibile: grave congestione del traffico, scarsa qualità dell’aria, inquinamento acustico e livelli di emissioni di CO2 elevati.

Leggi tutto: Mobilità urbana, nuovo pacchetto della Commissione Ue

Calendario del Cambiamento 2014

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Il Calendario del Cambiamento ritorna per tenervi compagnia nel corso di tutto il 2014. Ogni mese troverete tanti spunti interessanti dedicati all’autoproduzione, alle buone pratiche, alla transizione, all’alimentazione sostenibile e agli stili di vita attenti all’ambiente. Cosa sono le Banche del Tempo? E’ possibile coltivare un orto nei sacchi? Cosa si intende per Open Space Technology? Troverete le risposte a queste e ad altre domande incentrate sul tema Transition Time. Anche per il Calendario del Cambiamento 2014 ho voluto dare il mio piccolo contributo. Ringrazio tutte le persone che hanno collaborato per rendere concreto questo progetto. Non avere paura di sognare il  mondo che vorresti: in questo calendario ci sono tutte le informazioni e i contatti per iniziare.

Scarica qui il Calendario del Cambiamento 2014 – Transition Time.

Potete e siete invitati a distribuire quante copie volete di questo calendario, a diffonderlo tramite e-mail e a ripubblicarlo su internet, purché gratuitamente. Date un’occhiata anche all’edizione 2013, per salutare l’anno quasi terminato.

calendario del cambiamento 2014

A tutti voi i migliori auguri per un 2014 luminoso!

Marta Albè

Leggi tutto: Calendario del Cambiamento 2014

Si è sempre fatto così!

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Riflessioni sul problematico rapporto tra uomo e albero.

a cura di Giulio Giuli

La diffusa predisposizione a trasformare in umano tutto quello che umano non è, alberi compresi, è stata e continua a essere una delle principali fonti di danno per gli alberi. Cercare similitudini con l’essere umano può funzionare con le stagioni, ma non serve se si parla di alberi.
Carie del legno “curate” come dal dentista, cavità drenate, riempite, sigillate, tagli a filo del tronco, pomate cicatrizzanti, flebo e iniezioni, per citarne alcune, sono tutte pratiche nate e giustificate da questo tipo di approccio.

Dimostrare la reale diversità che esiste tra noi e gli alberi smontando questo falso buon senso dovrebbe essere cosa relativamente semplice: eppure circa venti anni sono trascorsi dalla pubblicazione dei primi lavori del compianto Alex Shigo, alla pressoché universale accettazione delle sue teorie riguardanti l’albero. Diversi ricercatori hanno poi indagato sui modelli di sviluppo delle varie specie, sulle caratteristiche meccaniche del legno dell’intera pianta, sulle reazioni alla potatura e altro ancora. Per chi vuole ascoltare, sono ormai disponibili numerose informazioni necessarie a comprendere il funzionamento dell’albero e a guidarne la corretta gestione.

Esiste però un’altra importante causa di maltrattamenti e pratiche dannose, su cui è forse ancora più difficile lavorare: la comprensione dei tempi dell’uomo e di quelli dell’albero.

Leggi tutto: Si è sempre fatto così!

Scoperto il nuovo killer del clima: si chiama PFTBA

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

L’Università di Toronto ha scoperto il potenziale della PFTBA. La perflurotributilammina è il gas serra 7000 volte più potente della CO2 e di lunga permanenza nella parte bassa dell’atmosfera

PFTBA

(Fonte: Rinnovabili.it)  – Una nuova sostanza chimica minaccia l’atmosfera. Un gas serra 7000 volte più potente della CO2 è stato individuato dal team di ricercatori del Dipartimento di Chimica dell’Università di Toronto. Un gas di lunga durata, LLGHG, che va sotto il nome di perflurotributilammina (PFTBA) e si aggiudica il triste primato di sostanza chimica più impattante, con potenziali effetti sul clima definiti devastanti.

Le molecole di PFTBA sono infatti in grado di influenzare pesantemente il clima e la massiccia presenza del gas non fa altro che moltiplicare in maniera esponenziale l’impatto climatico complessivo.

Leggi tutto: Scoperto il nuovo killer del clima: si chiama PFTBA

IDEE 10 mini alberi di Natale a costo zero dal riciclo creativo

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

mini alberi di natale

Natale e creatività formano un binomio perfetto. Le idee per realizzare delle decorazioni natalizie fai-da-teper la casa possono davvero essere infinite. Si tratta di un ottimo modo per risparmiare, soprattutto grazie all'utilizzo di materiali di recupero.

Ecco allora 10 idee molto originali per realizzare dei mini alberi di Natale con le vostre mani e praticamente a costo zero.

Leggi tutto: IDEE 10 mini alberi di Natale a costo zero dal riciclo creativo

Possono crescere piante sulla Luna?

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

di Claudia De Luca

Se mai gli esseri umani dovesse stabilire una residenza sulla Luna, troveranno bell'e pronte delle erbette per insaporire i pasti. O almeno, tutto ciò sarà possibile se l'esperimento programmato per il 2015 dalla Nasa dovesse andare a buon fine: l'agenzia spaziale statunitense, assieme all'équipe del Lunar Plant Growth Habitat, infatti, ha intenzione di piantare sul suolo del nostro satellite una serie di contenitori delle dimensioni di un barattolo da caffè, contenenti semi, ma anche fotocamere e sensori per tenerne sotto controllo lo sviluppo e la crescita.

Leggi tutto: Possono crescere piante sulla Luna?

Buone pratiche concrete e quotidiane: la mobilità sostenibile

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia
mobilità sostenibile

La mobilità sostenibile, volta a incentivare l’uso di mezzi di trasporto ecologici e alternativi alla propria auto, rappresenta una soluzione che ha un ruolo importantissimo sia per la tutela dell’ambiente, sia per la salute e il benessere di ciascuno.

Grazie agli incentivi per l’acquisto dei veicoli elettrici, auto o scooter che siano, e alle iniziative adottate per favorire l’uso delle biciclette, tradizionali o con pedalata assistita, la sensibilizzazione verso queste preziose opportunità ecosostenibili raccoglie sempre più consensi e porta a risultati concreti e ad una partecipazione sempre più ampia e consapevole.

Tante sono le città che promuovono modalità ecologiche di spostamento urbano per snellire il traffico cittadino, ridurre l’inquinamento e consentire, inoltre, un congruo risparmio nelle spese di trasporto di ogni nucleo familiare. In forte sviluppo l’uso delle biciclette, supportato da reti ciclopedonali sempre più sicure e agevoli e da servizi dedicati ad hoc per i ciclisti.
In particolare, tra le iniziative virtuose volte a favorire l’uso della bicicletta è da segnalare il Bike Sharing.
Dalle grandi metropoli, come Milano, a piccole province di grande lungimiranza, come Busto Arsizio, molte sono le realtà che si sono organizzate e hanno introdotto questo sistema di condivisione della bicicletta, per una mobilità urbana flessibile e comoda, con un’attenzione particolare per l’ambiente, il risparmio energetico e una migliore qualità della vita.

Leggi tutto: Buone pratiche concrete e quotidiane: la mobilità sostenibile

Pendolaria 2013

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia
Ritardi, sporcizia, assenza di informazioni, scarsa sicurezza: 2,9 milioni di pendolari sono costretti ogni giorno a viaggiare in condizioni indecenti

Il livello di disservizio del trasporto pendolare nel nostro Paese ha raggiunto livelli scandalosi. La nostra battaglia per i diritti dei pendolari non si ferma e prosegue quest'anno con una richiesta ai Sindaci dei comuni dove passano alcune delle linee pendolari più importanti d'Italia: mobilitatevi con noi e sottoscrivete Siamo tutti sullo stesso treno, il manifesto di proposte che reclama attenzione e risorse da parte di governo e regioni affinché si investa in maniera prioritaria sul trasporto ferroviario pendolare. Le iniziative di Pendolaria proseguiranno fino a gennaio in tutta Italia, il 17 dicembre presenteremo il rapporto annuale sulla situazione e gli scenari del trasporto ferroviario pendolare in Italia.

Fonte: Legambiente

Leggi tutto: Pendolaria 2013

Paolo Gandolfi: «La mobilità ciclistica come soluzione al problema della mobilità urbana»

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Paolo Gandolfi, deputato del Pd ed ex assessore all'Ambiente del Comune di Reggio Emilia, nonchè promotore degli “Stati Generali della bicicletta e della mobilità nuova” tenutisi a Reggio nell’ottobre 2012, è intervenuto al convegno “Promuovere la mobilità ciclistica” organizzato dall'Università di Verona 

di Matteo Paolini
«La bicicletta dev’essere vista come soluzione chiave per il sistema sostenibile di mobilità della città». Ha esordito così il Deputato del PD Paolo Gandolfi, promotore degli “Stati Generali della bicicletta e della mobilità nuova” tenutisi a Reggio Emilia nell’ottobre 2012, e intervenuto venerdì 29 novembre all’Università degli Studi di Verona in occasione del convegno “Promuovere la mobilità ciclistica”. L’incontro, organizzato dal Dipartimento Scienze neurologiche e del movimento dell’Università scaligera, ha visto inoltre la consegna dei diplomi ai ventuno partecipanti al 1° corso di perfezionamento e aggiornamento per una nuova figura professionale, quella di “Promotore della mobilità ciclistica”.

Leggi tutto: Paolo Gandolfi: «La mobilità ciclistica come soluzione al problema della mobilità urbana»

LA GIORNATA NAZIONALE DELLA COLLETTA ALIMENTARE

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia
Accanto alla operosa attività quotidiana di recupero di eccedenze alimentari da destinare ai più poveri del nostro paese, la Fondazione Banco Alimentare Onlus organizza ogni anno, l´ultimo sabato di novembre, la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare.

Ormai giunta alla 17ª edizione, la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare è diventata, dal suo esordio nel 1997, un importante momento che coinvolge e sensibilizza la società civile al problema della povertà attraverso l'invito a un gesto concreto di gratuità e di condivisione: fare la spesa per chi ha bisogno. Durante questa giornata, presso una fittissima rete di supermercati aderenti su tutto il territorio nazionale, ciascuno può donare parte della propria spesa per rispondere al bisogno di quanti vivono nella povertà. E' un grande spettacolo di carità: l'esperienza del dono eccede ogni aspettativa generando una sovrabbondante solidarietà umana.
 

Nel 2012:

135.000 volontari hanno donato il loro tempo, permettono la realizzazione di questa giornata.
5.000.000 gli italiani che hanno acquistato cibo per chi non può farlo.
oltre 10.000 i punti vendita della gdo che hanno partecipato.
9.622 le tonnellate di cibo donato e raccolto nella Giornata nazionale della Colletta Alimentare 
che insieme alle eccedenze che ogni giorno la Rete Banco Alimentare recupera (71.885 tonnellate nel 2012) sono state ridistribuite gratuitamente a:
8.818 strutture caritative che hanno accolto e aiutato 1.800.000 persone in condizioni di bisogno.

Leggi tutto: LA GIORNATA NAZIONALE DELLA COLLETTA ALIMENTARE

Scoperti i neuroni che controllano l'astinenza da nicotina

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Una piccola area cerebrale - nucleo interpeduncolare - è in grado di controllare lo sviluppo dei sintomi fisici legati all'astinenza dal fumo. La sua identificazione, avvenuta per ora su modello animale, apre le porte allo sviluppo di farmaci mirati che potrebbero rendere più facile smettere di fumare anche per chi ha sviluppato una dipendenza moltio forte (red)

Scoperti i neuroni che controllano l'astinenza da nicotina

Leggi tutto: Scoperti i neuroni che controllano l'astinenza da nicotina

Tariffe acqua in base al reddito: costi in più che graveranno sulle bollette di tutti

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Scritto da: - martedì 19 novembre 2013

Pagare le tariffe per il servizio idrico in base al reddito, questa è la proposta contenuta nel Ddl Ambiente, ma per i comitati per l'acqua pubblica non basta a rispettare il referendum

Tariffe acqua in base al reddito: costi in più che graveranno sulle bollette di tutti

 Nell’ultima seduta del Consiglio dei ministri dello scorso 15 novembre è stato approvato un disegno di legge collegato alla legge di Stabilità in pratica una vera e propria Agenda Verde che contiene disposizioni per promuovere la green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali. Una delle manovre più attese e forse più contestate riguarda il pagamento del servizio idrico in base al reddito. Infatti, sebbene il principio sia corretto resta discutibile per i Forum dei movimenti per l’acqua il sistema di finanziamento di questo provvedimento con una tassa che va a gravare sugli utenti attraverso le bollette.

Leggi tutto: Tariffe acqua in base al reddito: costi in più che graveranno sulle bollette di tutti

Ecomondo 2013, dichiarazioni conclusive: "La Green Economy ha la sua casa a Rimini Fiera"

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

A pochi giorni di distanza dalla chiusura della 17esima edizione di Ecomondo, la più accreditata piattaforma per il bacino del Sud Europa e del Mediterraneo per la valorizzazione e il riuso dei materiali e per la Green Economy, i principali protagonisti della kermesse fanno un bilancio dei 4 giorni a Riminifiera

martedì 12 novembre 2013 

Leggi tutto: Ecomondo 2013, dichiarazioni conclusive: "La Green Economy ha la sua casa a Rimini Fiera"

Workshop Progetto COHEIRS - Napoli, 16 Novembre ore 9.00 -13,00 - Università Parthenope

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Leggi tutto: Workshop Progetto COHEIRS - Napoli, 16 Novembre ore 9.00 -13,00 - Università Parthenope

Le sigarette elettroniche sono davvero nocive per la salute?

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

sigarette elettroniche iene veronesi

Le sigarette elettroniche fanno davvero male alla salute? Il dibattito è aperto. Ci si chiede soprattutto se le e-cig siano più nocive delle sigarette tradizionali e se il loro impiego possa aiutare i fumatori a dire addio alle sigarette vere e proprie, o almeno a ridurre il contatto con la nicotina e il tabaco. Veronesi ha espresso un parere favorevole alle e-cig e se ne è discusso durante la puntata de Le Iene di ieri sera, martedì 5 novembre 2013.

"Fumare la sigaretta elettronica fa meno male della normale sigaretta?", ecco la domanda centrale a cui Le Iene cercano di dare risposta. Nasce il sospetto che qualcuno abbia voluto fari circolare voci fasulle sulle sigarette elettroniche perché temeva la concorrenza sul mercato. Un incremento delle vendite delle e-cig avrebbe danneggiato i venditori delle sigarette tradizionali e, di conseguenza, lo Stato, per via del monopolio sul tabacco.

Leggi tutto: Le sigarette elettroniche sono davvero nocive per la salute?

Le proposte ANCI di modifica al codice della strada a favore di pedoni e ciclisti. Ecco il vero testo

Categoria principale: Temi Categoria: Ambiente ed Ecologia

Le ipotesi di modifica del codice della strada “a favore di pedoni e ciclisti” proposte dall'ANCI hanno destato clamore e qualche polemica. La bozza è stata discussa in commissione trasporti del senato ed è finalmente disponibile il testo ufficiale che può fugare dubbi su possibili interpretazioni

04 novembre 2013

Bozza ANCI modifica codice della strada per favorire la sicurezza stradale degli utenti più vulnerabili.

Premessa
La bicicletta è un mezzo di trasporto che gioca il suo ruolo nel sistema della mobilità delle persone con pari dignità e con straordinari vantaggi ambientali ed economici. La bicicletta deve pertanto poter circolare con piena sicurezza ed efficienza su tutte le strade sulle quali a norma di codice è ammessa; ne va promossa la diffusione anche perché più bici circolano per via e maggiore è la loro percezione e sicurezza. Occorre procedere ad una revisione organica del Codice e delle norme tecniche per favorire la mobilità ciclistica e pedonale in città. Nella revisione devono essere coinvolti direttamente i rappresentanti dell’utenza debole in quanto utenti della strada da privilegiare. Il Codice deve ispirarsi esplicitamente ai principi di mobilità sostenibile. Va ribadito sempre il principio di rispetto delle regole al fine di salvaguardare salute e sicurezza di tutti gli utenti della strada. In caso di incidente l’utenza debole va tutelata attribuendo l’onere della prova al soggetto meno vulnerabile. Ma prima di questo occorre valorizzare tutte le potenzialità che sono già scritte nelle norme, per applicare da subito un cambiamento nella piattaforma urbana a favore dei due pedali. ANCI vuole aprire un confronto con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per promuovere un cambiamento delle regole che governano la gestione delle strade in città; si vorrebbe partire dai piccoli accorgimenti già proponibili senza necessità di peculiari riforme legislative intervenendo anche sui DM 557/1999 circa la progettazione delle piste ciclabili e DM 5/2001 circa la progettazione delle strade, fino ad arrivare ad una revisione organica del Codice della Strada.
Per una riforma legislativa, i temi che si intendono discutere sono le proposte avanzate nella prima Conferenza nazionale della Bicicletta (Milano, 2007) e rinnovate negli Stati Generali di Reggio Emilia (2012) A seguito si delineano i punti che si propongono al confronto.
Modalità di applicazione delle regole esistenti o modifiche applicative: Le questioni a seguito elencate appaiono, a prima lettura, dettagli; eppure una interpretazione normativa eccessivamente prudente e restrittiva ha sovente impedito sinora di attuare scelte tecniche che possano effettivamente favorire la ciclabilità.

Leggi tutto: Le proposte ANCI di modifica al codice della strada a favore di pedoni e ciclisti. Ecco il vero testo

Il mondo ha bisogno di alberi: niente alberi, niente futuro

"Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy"